Dal Consiglio arriva l’ok all’ampliamento di Sag Tubi che costruirà la ciclabile

A suo carico la realizzazione del tratto per San Giovanni e della relativa rotatoria. Approvato anche la crescita del quartiere Armonia

NOVELLARA. Nel consiglio comunale del 23 dicembre sono stati adottati due importanti provvedimenti urbanistici relativi allo sviluppo industriale e residenziale del territorio novellarese: la previsione di espansione dell’azienda Sag Tubi e il completamento del quartiere Armonia, intorno del Parco Augusto Daolio.

Si tratta dell’adozione di Poc Stralcio, strumento propedeutico allo sviluppo urbanistico del territorio. Dal 1° gennaio 2018 è, infatti, operativa la legge regionale 24/2017 “Disciplina Regionale sulla tutela e l’uso del territorio”: tale norma ha regolamentato il regime transitorio che consente di agire fino al 1° gennaio 2022 sulla strumentazione urbanistica vigente, nell’attesa di redazione del nuovo strumento di governo del territorio chiamato Pug. «Per questo motivo si è reso necessario adottare detti provvedimenti per poter consentire il naturale sviluppo delle due aree produttive e residenziali più rilevanti del territorio comunale» spiegano dal municipio.


Nel primo caso oggetto della delibera è stato il Poc Stralcio relativo all’area produttiva dell’azienda Sag Tubi. Si va ulteriormente a modificare l’assetto interno del comparto in funzione del futuro sviluppo industriale dell’azienda. Si tratta di un percorso che viene da lontano, ovvero dal 2011, e che ha dato la possibilità all’azienda di ampliarsi. Conseguentemente a tal provvedimento urbanistico, verrà sottoscritta una convenzione atta a regolare l’aspetto perequativo: si comcretizzerà nella realizzazione, da parte della Sag Tubi, dell’asse ciclabile San Giovanni – Novellara e di una rotatoria in corrispondenza dell’azienda. I lavori partiranno da febbraio. «L’interesse pubblico pertanto è evidente e si sostanzia sia in chiave economico-occupazionale sia in chiave infrastrutturale» fanno notare ancora dal Comune.

Nel secondo caso, si parla dell’area residenziale che si sviluppa a corona del parco Augusto Daolio. È stato pianificato un ulteriore sviluppo dell’ambito residenziale del quartiere “Armonia”, già in fase di avanzato sviluppo da parte degli attuatori coinvolti: Andria, Il Cubo Srl, CCFS e Unieco.

In quest’ultimo caso, i Pua adottati sono due e vanno a dare attuazione a una previsione edificatoria già sancita dagli accordi urbanistici, ossia con il Poc, del 2008.

«Ipotizziamo pertanto uno sviluppo residenziale lento, che va ad unirsi al maxi stralcio A1 che sta vedendo il suo coronamento con l’integrazione della convenzione attuativa tra Andria e gli altri soggetti attuatori, finalizzata alla costruzione della sala polivalente e dell’attigua piazzetta» spiegano infine dall’amministrazione comunale.

Qui verrà attivato un meccanismo perequativo che si declinerà in opere di riqualificazione degli assi stradali attigui al comparto, ovvero via Cartoccio e via Borgazzo con il rifacimento del manto stradale e la realizzazione della relativa illuminazione, più eventuali opere annesse alla sala polivalente in corso di costruzione e al verde pubblico adiacente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA