In dodici senza green pass, multati Dieci sanzioni ai titolari di attività

REGGIO EMILIA. Su 4.420 persone controllate, dodici sono state multate perché non in regola con il green pass. Altre 230, invece, sono state multate perché senza la mascherina. È il bilancio dei controlli effettuati a Reggio Emilia nella settimana dal 13 al 19 dicembre. Durante l’attività sono stati anche ispezionati gli esercizi commerciali: su 756 controlli, dieci sono terminati con una sanzione per il titolare, e per un’attività è stata decisa la chiusura temporanea.

In totale, da aprile, nella nostra provincia sono state controllate 6.928 persone, e di queste 234 sono state multate.


Il “Piano dei controlli delle misure anti-Covid” istituito dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che ha demandato al questore Giuseppe Ferrari il coordinamento tecnico, coinvolge tutte le forze dell’ordine. In città sono operativi polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale, mentre in provincia la competenza spetta ai carabinieri supportati dalle polizie locali delle diverse Unioni. In città, in linea di massima, la polizia locale ha il mandato di verificare i locali pubblici, mentre i finanzieri vigilano su alberghi e strutture ricettive. Il nodo più delicato riguarda il trasporto pubblico: le fermate più affollate dei bus (ex caserma Zucchi, piazzale Europa e piazzale Marconi) sono sorvegliate dai poliziotti, supportati dal personale dell’Agenzia della Mobilità e da Seta. Sugli autobus secondo il questore Giuseppe Ferrari la presenza massiccia degli agenti «ha come effetto un doppio beneficio: si innalza il senso di sicurezza degli utenti e al contempo il rispetto delle regole di distanziamento e dei dispositivi di protezione individuale».

Per chi viaggia in treno, il monitoraggio sulle stazioni spetta alla polizia ferroviaria, quello dei caselli e dei tratti dell’autostrada alla polizia stradale. «I controlli quotidiani nel capoluogo stanno proseguendo con ritmo serrato e senza particolari criticità – ha commentato ieri, a margine di un altro incontro, il prefetto Iolanda Rolli – Ancora una volta è confermato il senso di responsabilità dei reggiani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA