L’auto prende fuoco l’amico del conducente lo salva e poi fugge

Un testimone: «Al volante c’era una persona alticcia Il passeggero ha trascinato l’altro e lo ha lasciato a terra»

REGGIOLO. Momenti di paura ieri pomeriggio in piazza Martiri, accanto al teatro comunale, per un’auto in sosta che ha preso fuoco mentre a bordo c’erano due persone.

Per fortuna conducente e passeggero sono riusciti a uscire dall’abitacolo prima che fosse troppo tardi. Per uno dei due, il conducente, è stato necessario il trasporto in ospedale con l’ambulanza. Ma l’uomo non è in condizioni gravi.


In piazza Martiri sono intervenuti i soccorritori dell’ambulanza inviata dal 118, i carabinieri, i vigili del fuoco di Guastalla e Luzzara.

Il rogo è divampato, hanno confermato i vigili del fuoco, per un guasto al motore. L’auto era alimentata a metano e, ad innescare l’incendio, può avere contribuito una fuoriuscita di liquidi.

Diversi testimoni hanno assistito alla scena e hanno chiamato i soccorsi. Dal vicino ristorante “Stradora”, l’ex Rigoletto, sono uscite alcune persone che hanno prestato i primi soccorsi e hanno chiamato il 118 e il 115.

L’allarme ai vigili del fuoco è arrivato verso le 14.50. Negli stessi minuti una chiamata ha mobilitato anche il 118.

Chi si è trovato in piazza in quel momento ha poi raccontato alla Gazzetta: «Il conducente ha fatto per uscire dal posteggio con l’auto. Ma doveva essere un po’ alticcio... C’era un’altra persona con lui in macchina. Abbiamo sentito diverse forti sgasate, ma l’auto non ha accennato a spostarsi. Ha cominciato invece a uscire del fumo dal motore e, dopo alcune altre sgasate, abbiamo sentito dei rumori inquietanti e visto le prime scintille. Forse una perdita di olio o carburante. Di lì a poco la parte anteriore dell’auto è stata completamente avvolta dalle fiamme».

Ne sono seguiti momenti concitati. Il passeggero dell’auto si è precipitato fuori dall’abitacolo. «Ha fatto il giro e ha tirato fuori quell’altro trascinandolo lontano dal fuoco – continua il racconto del testimone –. Poi lo ha lasciato lì a terra ed è scappato. L’altro non si muoveva. Era come svenuto».

Negli stessi istanti sono arrivati i mezzi di soccorso. L’uomo è stato caricato in ambulanza – per fortuna è risultato in condizioni non gravi – e trasportato all’ospedale di Guastalla. Il rogo è stato domato dai vigili del fuoco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA