Con l'auto in bilico sul canale profondo due metri, salvata un'87enne

L'anziana dà l'allarme al 112 e i carabinieri in costante contatto telefonico la raggiungono e la tirano fuori da una terrificante situazione

RIO SALICETO. È rimasta sull’auto in bilico su un canale profondo circa due metri: una situazione terrificante dalla quale un’anziana di 87 anni è uscita grazie all’intervento dei carabinieri di Campagnola. In contatto telefonico con la vittima i militari hanno individuato l‘auto traendo in salvo la donna.
 
È successo ieri poco dopo le 17.30. Uscita di strada a causa della fitta nebbia, è rimasta in bilico con l’auto, una Renault Clio, sul ciglio del canale di scolo nelle campagne tra i comuni di Correggio e Fabbrico, ma l’87enne, una pensionata reggiana, non si è persa d’animo e ha chiamato con il cellulare il 112 che ha mobilitato una pattuglia dei carabinieri di Campagnola Emilia.
 
I militari della stazione locale, in costante contatto telefonico con l’anziana, sono riusciti a rintracciare l’auto traendo in salvo la donna e recuperando il mezzo.   L’anziana, agitata e disorientata, parlando al telefono con i carabinieri aveva riferito di trovarsi in bilico in un fosso in mezzo alla nebbia e al freddo. 
 
Rassicurata dagli operanti con cui è rimasta in continuo contatto telefonico aveva fornito indicazioni generiche ai carabinieri che, però, sono riusciti a intuire la via imboccata erroneamente dalla donna e l’hanno raggiunta. I militari sono poi riusciti ad aiutarla ad uscire fuori dal veicolo, che in quel momento si trovava in bilico e quasi totalmente inclinato proprio sul lato di guida nel canale di scolo di via Vettigano a Rio Saliceto. 
 
La donna è uscita dall’auto illesa ma visibilmente agitata, impaurita e soprattutto infreddolita perché nel frattempo la macchina  si era spenta a causa del danno riportato. È stata fatta accomodare nell’auto di servizio, mentre i carabinieri si sono occupati del recupero del mezzo tramite il soccorso stradale.