Scandiano ferma gli eventi natalizi: «Troppi i contagi»

L’annuncio del sindaco alla luce dei dati sulla pandemia: «Dispiace per i bambini, ma è per precauzione» 

SCANDIANO. Niente appuntamenti natalizi per il Comune di Scandiano. Con l’aumento costante dei contagi a generare preoccupazioni, l’amministrazione comunale ha deciso di annullare tutti gli appuntamenti curati direttamente dall’ente a partire dalle classiche feste nelle scuole all’altrettanto tradizionale brindisi per i dipendenti.

Era stato ipotizzato un momento conviviale pubblico, alla Vigilia nella Rocca dei Boiardo, ma l’ipotesi è stata cancellata, almeno per il 2021. «Pur in assenza, per il momento, di una precisa normativa in materia, lo facciamo per ragioni di opportunità e di responsabilità nei confronti di chi vi avrebbe partecipato e dei loro famigliari. Si tratta di una decisione maturata negli ultimi giorni, con molte iniziative già in stato avanzato di organizzazione», precisa il sindaco Matteo Nasciuti.


«La crescita esponenziale dei contagi, con intere classi colpite e a cascata i nuclei familiari di riferimento, ci spinge a fare un ragionamento “preventivo” che tenga conto della lezione appresa in questi due anni di pandemia e che si configuri come una corretta precauzione in vista delle festività che tutti noi vorremmo vivere serenamente per quanto sarà possibile».

L’amarezza è forte e il primo cittadino non la nasconde: «Dispiace davvero tanto soprattutto per le feste natalizie dei nostri bimbi a scuola, che sappiamo essere un momento tanto atteso dagli alunni e dalle famiglie, un importante momento di socializzazione e di celebrazione del Natale e della fine dell'anno», riflette. E aggiunge: «Comprendiamo bene anche il malcontento di molte famiglie, con le quali ci impegniamo a trovare quando possibile spazi per recuperare questi importanti momenti».

Le sospensioni, con le attuali normative, riguardano le iniziative del Comune, e gli eventi privati, anche se svolti su suolo pubblico.

«Anche a tutti i privati, come a tutti i cittadini, raccomandiamo però la massima prudenza e la massima attenzione per minimizzare i rischi. Ovviamente da parte nostra, intensificheremo i controlli, di forze dell’ordine e di volontariato, perché il presidio del territorio sia garantito anche nell'ottica di educare alla responsabilità del vivere comune», precisa Nasciuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA