Verso l’aggiudicazione l’appalto per la sede dell’istituto di Sant’Ilario

SANT'ILARIO. È stata aperta nei giorni scorsi dalla Provincia la procedura per l’aggiudicazione dell’appalto inerente la progettazione esecutiva dei lavori di realizzazione della nuova sede dell’istituto D’Arzo di Sant’Ilario, con un importo base di 4.757.573.19 euro, di cui 102.573,19 euro per la progettazione esecutiva e 4.655.000 euro per lavori. Il tutto comporta una complessa operazione di riqualificazione urbanistica che recupera l’area dell’ex fabbrica Europa, situata nei pressi della stazione ferroviaria.

L’istituto santiliarese accoglierà circa 300 studenti degli indirizzi tecnico e professionale per grafica e comunicazione. La progettazione esecutiva della scuola è stata affidata nei mesi scorsi a una associazione temporanea di imprese formata da Cairepro e Ccdp, entrambe di Reggio Emilia, che ha eseguito tutte le attività propedeutiche alla progettazione finale: indagini geologiche, verifica della presenza di ordigni bellici e contestuale inizio dell’attività di rimozione delle macerie. «L’edificio nuovo si svilupperà su tre piani, per circa 3.900 metri quadrati – ha spiegato l’assessore a Mobilità e Lavori pubblici del Comune, Daniele Menozzi – sarà costruita secondo i più avanzati standard di risparmio energetico, comfort e antisismica, risultando di classe energetica A4 a zero emissioni di anidride carbonica, in grado di produrre, tramite energie rinnovabili, in particolare il fotovoltaico, la copertura totale del fabbisogno elettrico dell’edificio e gran parte di quello per usi tecnologici quali riscaldamento, raffrescamento e ventilazione». «Il primo stralcio – prosegue Menozzi – prevede la realizzazione dell’intera struttura e il completamento dei piani terra e primo, mentre il secondo stralcio prevede il completamento dell’ultimo piano e la sistemazione definitiva delle aree esterne, inclusa la ciminiera che resterà a ricordo della vecchia attività».


Soddisfatto anche l’assessore Fabrizio Ferri: «Una scelta voluta e realizzata prima dall’ex sindaco Marcello Moretti e dall’attuale sindaco Carlo Perucchetti che renderà ancora più bella una struttura scolastica molto importante per tutta la Val d’Enza».

Il nuovo istituto che nascerà dalla riqualificazione dell’ex fabbrica Europa, vedrà la sistemazione definitiva delle aree esterne, inclusa la ciminiera, che resterà in piedi a ricordo della vecchia a attività industriale; un segno importante che rappresenta il legame tra passato e futuro della comunità santiliarese.

Da.Al.

© RIPRODUZIONE RISERVATA