Brescello, trovato senza vita su una scalinata. La vittima è un senzatetto di 58 anni

Brescello. È stato trovato senza vita, sdraiato sulla scalinata di un condominio in via De Amicis, dove probabilmente ha accusato un malore che si è rivelato fatale. È morto così il 58enne Zeljko Timarac, senzatetto di origine bosniaca che da qualche anno viveva a Brescello. È stato un passante, sabato mattina poco dopo le 8, ad accorgersi dell’uomo e ad avvisare i soccorsi, che sono prontamente intervenuti . Gli operatori del 118 provenienti da Guastalla, però, non hanno potuto che constatare il decesso dell’uomo, da attribuire a cause naturali. Sul posto, anche i carabinieri e gli agenti del corpo di polizia locale “Bassa reggiana”, oltre all'assessore Gabriele Gemma, che ha seguito le operazioni per conto del Comune. La figura di Timarac era molto nota in paese, in quanto da circa tre anni, pur senza una casa fissa, abitava a Brescello, dopo esservi giunto da Bussolengo, in provincia di Verona. Nel corso della sua permanenza qui, più volte i servizi sociali lo hanno incontrato ma, da quanto risulta, ha sempre rifiutato ogni tipo di assistenza. Non chiedeva l’elemosina e non aveva mai creato particolari problemi e per quanto riguarda l’alloggio si arrangiava con delle sistemazioni di fortuna, a volte facendosi ospitare da qualcuno, in particolare nei mesi più freddi. A supportare ulteriormente l’ipotesi del malore, il fatto che venerdì sera l’uomo sia stato male, nel centro del paese. Alcuni cittadini avevano chiamato il 118, che ha inviato un’ambulanza per prestare le prime cure al 58enne che, dopo essersi in parte ripreso, ha categoricamente rifiutato il ricovero in ospedale. È assai probabile che, nelle ore successive a questo malessere, Timarac abbia continuato a girovagare per il centro di Brescello fino a quando non si è fermato, forse allo stremo delle forze o forse solo per riposare, sugli scalini del condominio.

A.V.


© RIPRODUZIONE RISERVATA