Femminicidio di via Patti, resta in carcere Mirko Genco

Il gip conferma la custodia cautelare in carcere ma non convalida il fermo perché non è stato ravvisato il pericolo di fuga

REGGIO EMILIA. Resta in carcere Mirko Genco, il 24enne reo confesso dell'omicidio dell'ex compagna Juana Cecilia Loayza, uccisa nella notte tra venerdì e sabato nel parco di via Patti a Reggio Emilia.

Lo ha deciso il gip, al termine dell'udienza di ieri, pur non convalidando il fermo perché per il comportamento dell'indagato, difeso dall'avvocato Alessandra Bonini, non è ravvisato il pericolo di fuga.

Genco risponde delle accuse di omicidio pluriaggravato, violenza sessuale, porto abusivo d'armi, violazione di domicilio e appropriazione indebita.