Brescello, rapina con coltello e mannaia al Famila: arrestato

I carabinieri

La pena è diventata definitiva per il 39enne di Poviglio che entrò in azione con un complice: deve scontare  oltre 4 anni di carcere

BRESCELLO. Con in pugno un coltello e una mannaia da cucina  fecero irruzione verso le 19 del 14 giugno del 2019 nel supermercato Famila di via della Repubblica di Brescello per rapinarlo. In pochi minuti paralizzarono dal terrore clienti – ancora numerosi – e dipendenti, presero a cazzotti il direttore del negozio che aveva tentato di opporre resistenza e riuscirono a fuggire con un bottino di circa 10.000 euro. Erano stati catturati dai carabinieri, dopo un inseguimento durato qualche chilometro, nella frazione di San Sisto di Poviglio. Per questi fatti il 21 maggio dell’anno scorso i rapinatori, Filiberto Rinaldi, 55 anni, originario di Frosinone, ed Emmanuel Molina Sanchez, 39 anni, origini dominicane, residente a Poviglio, giudicati con il rito abbreviato (giudice Andrea Rat, pubblico ministero d’udienza Jacopo Berardi) sono stati condannati a quattro anni e quattro mesi di reclusione.

Relativamente al domenicano residente a Poviglio, la sentenza di condanna, confermata nel marzo di quest’anno dalla Corte d’Appello di Bologna e divenuta esecutiva lo scorso mese di ottobre, ha visto l’ufficio esecuzioni penali della Procura reggiana emettere l’ordine di carcerazione a carico del 39enne abitante a Poviglio dovendo lo stesso scontare - detratti i due giorni di carcere espiati all’atto dell’arresto – 4 anni, 3 mesi e 28 giorni di carcere.

Il provvedimento restrittivo è stato quindi trasmesso ai carabinieri di Poviglio, nel cui territorio il destinatario risiede, che vi hanno dato esecuzione traendo in arresto il 39enne. L’uomo al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Reggio Emilia per l’espiazione della pena.