«Investiti 180mila euro per le strade rovinate ma servono altri soldi»

Castelnovo Monti. Sono diverse le segnalazioni e le richieste arrivate di recente al Comune di Castelnovo Monti in relazione alle strade di competenza, specialmente quelle verso le frazioni, con richieste da parte dei cittadini di intervenire nei punti più rovinati. Ma non è così semplice: ci vogliono risorse che il Comune non ha. O per lo meno non le ha per rispondere a tutte le richieste.

È questo, in estrema sintesi, il pensiero espresso nell’intervento del sindaco Enrico Bini e dell’assessore ai Lavori pubblici Giorgio Severi.


«Sappiamo che la manutenzione degli asfalti è uno dei temi rispetto ai quali la popolazione è maggiormente attenta, in particolare i residenti delle frazioni. Ma è anche uno dei campi di intervento dell’amministrazione comunale che richiede la maggiore entità di risorse: ogni anno pianifichiamo una serie di investimenti, a rotazione sulle diverse strade comunali verso le diverse frazioni. Ultimamente, ad esempio, ci sono arrivate richieste sulla strada di Costa de’ Grassi: su questo tratto abbiamo compiuto un intervento parziale, ma per completarlo al momento non abbiamo le risorse. Quelle destinate alla manutenzione stradale sono state completamente utilizzate con gli ultimi interventi di urgenza per riempire alcune buche nelle zone maggiormente ammalorate».

Proseguono Bini e Severi: «Va anche detto che, nel corso di quest’anno, abbiamo avuto situazioni impreviste su altre voci di spesa che hanno distolto fondi originariamente destinati agli asfalti. Nonostante questo, rimarchiamo che nel 2021 sono stati spesi 180.000 euro su manutenzioni stradali, di cui 20.000 messi a disposizione dalla Bonifica, sulle strade Costa de’ Grassi, via Ca’ di Scatola e via Ginepreto. Sono stati anche posati oltre 2.000 quintali di asfalto in località diverse nel Comune direttamente dai nostri cantonieri. Dopo l’inverno riprenderemo il programma di interventi, compreso il rifacimento del tratto mancante lungo la strada per Costa de’ Grassi: siamo in attesa di finanziamenti regionali e nazionali che ci diano la possibilità di integrare quelli comunali destinati a questi lavori. Da soli – concludono Bini e Severi – non abbiamo la possibilità di rispondere a tutte le necessità che presentano i 178 chilometri di strade di nostra competenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA