Contenuto riservato agli abbonati

Finanziamenti milionari per gli edifici del Comune

Perucchetti: «La nuova scuola superiore D’Arzo nascerà nell’area ex Europa. Lavori anche per la Collodi, la Rodari, il cinema Forum, ciclabile e bocciodromo» 

SANT'ILARIO. L’amministrazione comunale annuncia investimenti per alcuni milioni di euro grazie a finanziamenti statali e regionali concessi per intervenire su diverse strutture del territorio comunale. «Sono felice di annunciare che, grazie a un finanziamento statale di 600mila euro saranno effettuati lavori di miglioramento sismico ed efficientamento energetico della scuola di primaria di primo grado Collodi – afferma il sindaco Carlo Perucchetti – mentre altri 470mila euro verranno stanziati per la riqualificazione di piazza IV novembre. Abbiamo anche intercettato un contributo di 43mila euro dalla Regione per il rifacimento della ciclopedonale di via Roma, che attraversa via Munari fino alla rotonda sulla via Emilia. Infine, è stato approvato dalla Provincia il progetto definitivo per i lavori sulla scuola superiore D’Arzo, nell’area ex Europa, per un investimento totale che si aggira sui due milioni di euro. Inoltre abbiamo già aggiudicato i lavori al Forum (il cinema teatro santilariese, ndr), che partiranno il prossimo gennaio. Stiamo predisponendo il progetto per partecipare al bando regionale di riqualificazione urbana nella zona del centro sociale-centro diurno, e nel contempo abbiamo affidato i lavori per il rifacimento della copertura del bocciodromo. Come già annunciato il mese scorso, è in corso la progettazione per il rifacimento completo della copertura della scuola dell’infanzia Rodari, i cui lavori verranno effettuati la prossima estate, in concomitanza con le vacanze e la chiusura al pubblico della struttura. Insomma –– conclude il sindaco – siamo lieti e orgogliosi di avere dato il nostro contributo per la loro realizzazione».

Scuola Rodari


Per la Rodari di Calerno è stato annunciato il rifacimento completo della copertura della scuola, i cui lavori verranno effettuati la prossima estate in concomitanza con le vacanze e la chiusura al pubblico della struttura. Una struttura che ha fatto parlare anche di recente e che ha visto la delibera di giunta del 14 ottobre scorso, con cui l’amministrazione comunale ha deciso di procedere con un intervento di demolizione e ricostruzione della copertura al fine di ottenere benefici sia strutturali che di miglioramento della risposta sismica. La decisione è arrivata dopo che lo studio affidato alle Università di Parma e Pisa circa la vulnerabilità sismica ha evidenziato la necessità di ulteriori approfondimenti conoscitivi in particolare per la copertura dell’edificio scolastico. Nella relazione si leggeva infatti che «l’edificio presenta un buono stato di conservazione» ed è «complessivamente da valutarsi positivamente per quanto riguarda l’assetto strutturale generale». Ma parla anche di una «carenza legata sostanzialmente alla presenza di un carico eccessivo» per quanto riguarda i solai del sottotetto: un aspetto che per gli esperti meritava ulteriori approfondimenti. L’amministrazione comunale, rispetto all’ipotesi di demolire e ricostruire l’intero plesso o limitarsi alla sola copertura, ha scelto la seconda opzione, in una valutazione costi-benefici. La giunta, ai fini dell’affidamento delle successive fasi di progettazione, ha approvato il progetto per i lavori di miglioramento sismico, per un importo complessivo di lavori di 290mila euro.

Scuola D’Arzo

La nuova scuola superiore D’Arzo di Sant’Ilario sarà costruita nell’area ex Europa, per un investimento totale che si aggira sui due milioni di euro. Ospiterà i circa 300 studenti del tecnico e del professionale per grafica e comunicazione. Il tutto comporta una complessa operazione di riqualificazione urbanistica che recupera l’area dell’ex fabbrica Europa, situata nei pressi della stazione ferroviaria.

Cinema Forum

«Abbiamo già aggiudicato i lavori al Forum, che partiranno il prossimo gennaio – spiega il sindaco Perucchetti –. Il cinema teatro chiuso dal 2013 avrà una riqualificazione funzionale e impiantistica dell’edificio, che necessita di un restyling totale. L’importo stanziato per l’esecuzione dei lavori è di 600mila euro, di cui il 50% finanziato dall’amministrazione comunale e il 50% dalla Regione. La capienza sarà di circa 350 posti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA