Marijuana Il ventenne patteggia e torna libero

villa minozzo. Ha patteggiato un anno di reclusione (con pena sospesa, quindi torna libero) e 2mila euro di multa il ventenne di Villa Minozzo arrestato il mese scorso perché trovato in possesso – in casa – di 75 grammi di marijuana, 580 euro e un bilancino.

La pena è stata concordata in Procura (il pm Giacomo Forte è il titolare del fascicolo) dall’avvocato difensore Giuseppe Caldarola per poi essere avallata – ieri mattina – dal giudice Cristina Beretti.


Il giovane nell’udienza di convalida dell’arresto aveva detto al giudice di aver lavorato l’estate scorsa, ma poi di essere rimasto disoccupato. Ammetteva quindi i fatti contestati affermando di aver spacciato solo per potersi pagare a sua volta il consumo personale di marijuana. L’accusa rivoltagli è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Era stato individuato tramite l’attività di monitoraggio sugli assuntori di sostanze stupefacenti, che portava i carabinieri del nucleo radiomobile di Castelnovo Monti a mettere nel mirino il giovane, il quale da più parti veniva indicato come persona dedita alla compravendita di stupefacenti. Il telefonino del ragazzo è stato confiscato perché a sua volta è oggetto di indagine approfondita da parte dei militari, per poter meglio ricostruire la catena della vendita della droga in montagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA