«La mobilità diritto degli agenti ma sui sub-ambito si va avanti»

MONTECCHIO. «La richiesta di mobilità è un diritto contrattuale ed era stata presentata lo scorso anno e riconfermata quest’anno. Per quanto riguarda invece il vice comandante Amato Cabbidu, vale il criterio di reciprocità. Questo significa che la mobilità potrà avvenire ove l’ente in cui il comandante dovrebbe andare riscontri la sua rispondenza al profilo richiesto, come sarà per noi con il soggetto che arriverà».

Così Giusepe Artioli, sindaco di Campegine, vice presidente dell’Unione Tresinaro Secchia con delega alla polizia locale replica alla notizia ce a fronte di cinque nuovi ingressi nell’organico del corpo, in tre hanno chiesto di andare via. «Riconfermiamo – sottolinea – la decisione e la volontà di realizzare i sub-ambiti». Ovvero, il progetto di dividere il territorio di competenza, per la polizia locale, in tre aree di gestione.


Sulla questione dei nuovi arrivi, anche il comandante Stefano Gulminelli precisa: «Oggi arrivano i primi tre agenti scelti dal concorso. Le tre figure scelte che faranno parte da subito al corpo dell’Unione sono destinate ai servizi operativi esterni e al controllo del territorio. Gli altri due agenti invece entreranno in forza tra dicembre 2021 gennaio 2022. Così aumenterà il presidio del territorio dell’Unione al fine di innalzare i livelli di sicurezza nell’ambito della creazione dei sub-ambiti».

Resta questa la vera novità in arrivo per la polizia locale, cavallo di battaglia di Artioli. «Dal punto di vista politico riconfermiamo la decisione e la volontà di realizzare i sub-ambiti partendo anche dall’attuale situazione operativa del corpo. Non si tratta infatti di un capriccio, ma dell’esigenza di dare una risposta concreta alle richieste delle nostre collettività – sottolinea il sindaco –. Perché questo deve fare chi ha responsabilità di governo. E su questo non abbiamo problemi a confrontarci con le minoranze che vogliano rapportarsi con spirito costruttivo».

Intanto nel prossimo consiglio dell’Unione Val d’Enza, Paolo Savina dei Fratelli d’Italia presenterà una mozione da inserire all’ordine del giorno sul caso. E sul progetto tra l’opposizione di centro-destra e Artioli c’è convergenza. Quest’ultimo è intenzionato ad accelerare i tempi sui tre distretti dell’Unione: area Sud che comprende San Polo, Canossa e Montecchio; area centrale Cavriago e Bibbiano; area Nord Campegine, Gattatico e Sant’Ilario.

Da.Al.

© RIPRODUZIONE RISERVATA