Sindaco e parroco all’inaugurazione della sede dell’Auser

RIO SALICETO. È stato un fine settimana di aperture a Rio Saliceto con l’inaugurazione della nuova sede di Auser alla presenza del parroco don Stefano Manfredini, del sindaco Lucio Malavasi insieme alla giunta comunale, l’assessore regionale Alessio Mammi, e la deputata Pd onorevole Antonella Incerti.

I tanti volontari finalmente potranno ritrovarsi in una sede prestigiosa, inserita nel centro culturale nello stabile che la famiglia Biagini ha donato alla comunità riese. La nuova sede è ospitata nei locali del museo dell’imprenditore e stilista Biagini con teche di vestiti meravigliosi di 40/50 anni fa le cui stoffe e colori, sono attuali anche oggi, e insieme all’esposizione di macchine da confezione. I locali erano chiusi da anni.


A tagliare il nastro è stata Franca Chiastra, fondatrice l’11 dicembre 1999 di Auser centro di Rio Saliceto oggi diretto dalla presidente Afra Bellelli con la vicepresidente Renza Righi. Presente alla cerimonia anche il coordinatore di distretto Sergio Cottafava. Al termine piccolo rinfresco nella sala Delfino nel rispetto delle norme anti-Covid.

Sempre sabato è stata inaugurata anche l’Acetaia comunale. E ieri sono proseguite le visite guidate con grande partecipazione di pubblico. Taglio del nastro anche per la sala espositiva dove sono raccolte alcune foto storiche che mostrano l’evolversi del Comune dalla sua nascita. Luoghi e persone che nel tempo hanno subito cambiamenti, ma che sono ben presenti nella memoria storica del paese grazie anche all’opera del compianto Alfredo Gianolio autore di un libro che racconta ciò che è stato questo piccolo Comune della bassa reggiana.

Il sindaco Malavasi ha ringraziato in particolare Tullio Vincetti che ha prestato e presterà, insieme a Uber Vasco Galli e Tienno Tagliavini gran, parte del suo tempo libero per far conoscere nel dettaglio la storia del proprio Comune.

M.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA