Taglio del nastro per l’acetaia comunale

RIO SALICETO. Giornata storica ieri per l’inaugurazione di due nuovi luoghi identitari di Rio Saliceto: l’acetaia comunale di proprietà di tutti i cittadini, che sarà gestita dalla Confraternita dell’aceto balsamico di Reggio Emilia, insieme al neonato gruppo di volontari riesi e della nuova sede Auser.

Erano presenti l’onorevole Antonella Incerti e l’assessore regionale Alessio Mammi. L’acetaia è nata da una intuizione dell’amministrazione comunale che ha scoperto un luogo adatto nel soffitto del palazzo storico municipale e ha preso corpo grazie all’impegno di diversi volontari e benefattori. L’ente non ha fatto altro che essere il collante di questo inestimabile patrimonio socio-culturale del paese. L’onorevole Incerti ha rimarcato l’importanza di queste iniziative «che avvicinano le istituzioni ai cittadini oltre a far conoscere il valore dei prodotti del territorio». Ai rappresentati dei Consorzi e Consorterie la deputata ha garantito tutto l’impegno del Parlamento per salvaguardare da ignobili attacchi dei paesi esteri le eccellenze regionali. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore regionale Mammi il quale ha garantito l’impegno di tutela da parte della Regione Emilia Romagna di tutti i prodotti Dop e Igp. I rappresentati dei Consorzi e Consorterie hanno annunciato l’avvio dell’iter che porterà alla richiesta di inserire l’aceto balsamico tradizionale come patrimonio dell’Unesco.


M.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA