I 90 anni di “Fidègh” Montecchio lo onora

Lino Gilioli ha fondato l’Us Montecchio con Gabbi e Montanari. Poi è stato giocatore, allenatore e ds: «Gli auguri della città»

MONTECCHIO. Oggi taglia il traguardo dei 90 anni un personaggio di riferimento nel mondo sportivo di Montecchio: Lino Gilioli, conosciuto da tutti come “Fidègh”. «Per Lino Gilioli sarà solo uno dei tanti record che ha messo assieme nella sua lunga carriera calcistica, ma per l’intera città di Montecchio sarà un evento da ricordare». Così lo vogliono festeggiare con orgoglio dal Comune di Montecchio.

“Fidègh” è nato a Montecchio il 15 novembre 1931. Qui ha vissuto tutta la vita, tracciando un solco importante quando decise di fondare, assieme a due grandi amici Ilario Gabbi e il compianto Adile Montanari, l’Unione pportiva Montecchio.


L’attuale società giallorossa nacque nel 1964 dalle ceneri di diverse società che avevano provato a fare calcio a Montecchio. La prima, probabilmente la più famosa, fu la Speme (Società Polisportiva Enotria Montecchio Emilia) fondata il 3 gennaio 1924 all’interno del Teatro Zacconi sotto la presidenza del dottor Luigi Fochi.

Qui esordì un giovanissimo Lino Notari, cui è stato intitolato l’impianto giallorosso. Lino Gilioli, dell’Us Montecchio è stato poi giocatore, allenatore, direttore sportivo e presidente onorario, arrivando anche a ritirare il premio per il cinquantesimo dalle mani del presidente della Figc, Carlo Tavecchio. L’Us Montecchio Calcio si iscrive in Figc il 10 luglio 1963 e partecipa al campionato di Terza categoria nella stagione 1963-1964. All’epoca a Montecchio non esisteva il campo da calcio e per due anni le partite sono state disputate sul terreno di gioco di Barcaccia, frazione di San Polo.

Alla fine del 1964 viene ultimato il campo sportivo Lino Notari, e il campionato 1965-1966 vede finalmente il Montecchio giocare sul campo del proprio paese. Nella stagione 1966-1967 viene organizzata e prende avvio l’attività del Settore giovanile e da quel momento in poi, sino ai giorni nostri, il vivaio rappresenta un elemento distintivo dell’Us Montecchio Calcio.

Solo nel 2003 la società ha contribuito direttamente alla ristrutturazione del centro sportivo “Lino Notari” in collaborazione con l’amministrazione comunale di allora.

Nel 2015 l’Us Montecchio Calcio ha ricevuto da Giovanni Malagò, presidente del Coni, la stella di bronzo al merito sportivo, a celebrazione delle benemerenze acquisite in tanti anni di attività. Sempre nel dicembre del 2015, con una cerimonia a Roma, il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, ha premiato l’Us Montecchio Calcio per il 50esimo anniversario della sua fondazione, consegnando una targa di riconoscimento al mitico Lino “Fidègh” Gilioli, che per quarant’anni ha guidato la società insieme al compianto presidente Adile “Titti” Montanari e al segretario Ilario Gabbi.

L’Us Montecchio è stata affiliata con Ac Reggiana dal 2015 al 2017 e nel tempo ha mantenuto buoni rapporti di collaborazione con altre società professionistiche delle province limitrofe. Altra data importante è il 4 luglio 2019, quando l’Us Montecchio Calcio ha stipulato un prestigioso accordo di affiliazione con l’Atalanta, realtà professionistica tra le principali in serie A, e riconosciuta per l’eccellenza del suo Settore Giovanile, attestato ai massimi livelli qualitativi in Europa.

Una lunga storia, a cui ha contributo in modo decisivo Fidègh a cui vanno gli auguri di tutti. Anche da parte della Gazzetta di Reggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA