Reggio Emilia: cliente aggredisce ristoratore e carabinieri, arrestato

Un 31enne, lasciato in distesa perché privo di mascherina, ha messo in atto comportamenti violenti

REGGIO EMILIA. Per non pagare il conto si è lamentato del servizio e, successivamente, si è scagliato contro ristoratore, cameriere e i carabinieri della sezione radiomobile.

Protagonista di questi episodi di violenza, alla Piccolo Piedigrotta di piazza XXV Aprile in città, un trentunenne nato a Reggio Emilia e residente a Bellaria Igea Marina.


L’uomo è stato arrestato dai carabinieri della sezione Radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia con le accuse di lesioni personali, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e porto illegali di armi, per il possesso di un piccolo coltello sequestratogli nella fase dell’arresto.

Il trentunenne è andato nel ristorante ed è stato fatto accomodare nella distesa estiva perché privo di mascherina. Al termine della cena si è lamentato del servizio e ha spintonato la sorella del titolare. Una scenetta finalizzata, probabilmente, soltanto a non pagare il conto.
Il cliente, che continuava a non indossare la mascherina, è stato fatto accomodare fuori e qui ha sfogato la sua rabia contro alcuni arredi e poi contro il ristoratore intervenuto per calmarmo. Comportamento violento proseguito poi anche all’arrivo dei carabinieri.