Oltre seicento studenti in piazza a lezione di educazione stradale

Reggio Emilia, i ragazzi grazie agli agenti della polizia locale e stradale hanno anche effettuato prove di guida con il monopattino 

REGGIO EMILIA. Oltre 600 studenti delle scuole superiori di Reggio e provincia ieri mattina invece di recarsi in aula hanno partecipato a lezioni di educazione stradale in piazza della Vittoria a Reggio. Il “Tir truck crash test” ha permesso ai ragazzi di assistere a prove di frenata e ribaltamento e a simulazioni di incidente, di utilizzare l’etilometro e di effettuare, accompagnati dagli agenti di Polizia locale e della stradale, prove di guida con il monopattino.



Obiettivo della manifestazione - organizzata dall'Ufficio scolastico provinciale in collaborazione con l’Osservatorio regionale per la sicurezza stradale, Polizia locale di Reggio Emilia, Polizia stradale, Carabinieri, 118, Gev, Aci - è far comprendere ai ragazzi in età da patente la funzione salvavita dei sistemi di ritenuta e l’importanza del rispetto delle regole del codice della strada quando si è alla guida di mezzi, relativamente nuovi e poco conosciuti, come il monopattino.



A condurre la manifestazione è stato Leonardo Indiveri, esperto di sicurezza stradale, che dopo il saluto del dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Paolo Bernardi, ha mostrato la drammaticità di alcuni incidenti stradali realmente avvenuti, creando spunti di riflessione per evidenziare l’importanza del rispetto delle regole. Il comandante della polizia locale di Reggio Emilia Stefano Poma ha ribadito come le immagini degli incidenti stradali non dovrebbero più essere le protagoniste delle cronache quotidiane. Sul palco anche il sottotenente dei carabinieri Pietro Capiello, l’ispettore Nicola Di Lernia, responsabile della Polizia stradale del distretto di Guastalla, la responsabile del 118 Daniela Dervini e il presidente di Aci Marco Franzoni.



I ragazzi hanno potuto “toccare con mano” le forze fisiche che si scatenano durante il ribaltamento di un’auto o l’urto contro un ostacolo. In particolare alcuni studenti, a bordo di una Smart appositamente attrezzata, hanno mostrato ai compagni cosa succede durante il cappottamento di un veicolo e i metodi per uscire in sicurezza dall’auto ribaltata. Grazie alla collaborazione di alcune agenzie di noleggio monopattini e in accordo con il Comune di Reggio, 20 classi dell’istituto Chierici sono riuscite a effettuare una prova di guida sul nuovo mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA