Borse di studio a due atleti in ricordo di Giorgio Del Rio

REGGIO EMILIA. In memoria di Giorgio Del Rio – fondatore di Atletica Reggio nel 1976, scomparso nel 2019 – e del suo occhio di riguardo per le giovani leve, sono state istituite all’Università di Modena e Reggio Emilia due borse di studio denominate “Giorgio Del Rio”, che potranno essere integrate con lo svolgimento di un tirocinio/stage all’Ict Group.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Asd Atletica Reggio e Ict Group (azienda reggiana che si occupa di progettazione software), nell’ambito di un progetto rivolto a cultura, sport e qualità di vita. I premi sono destinati a due studenti iscritti nel 2021/2022 al II anno di uno dei corsi del Dipartimento di ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore e del Dipartimento di scienze e metodi per l’ingegneria, che stiano effettuando un percorso di studio universitario parallelamente alla pratica di atletica leggera agonistica, con una società del territorio.


«La partnership con Ict Group ci vede impegnati in questa nuova scommessa – spiega Paolo Codeluppi, presidente di Asd Atletica Reggio – per favorire la crescita di ragazzi preparati, dinamici e con uno stile di vita esemplare che possano essere di esempio per tutti i giovanissimi a cui, in futuro, consegneremo il testimone».

«Ict Group è fiera di poter sostenere sia l’eccellenza che l’università Unimore rappresenta nell’ambito del tessuto accademico nazionale, sia il valore formativo dell’attività sportiva nell’ambito del percorso educativo, attraverso la partecipazione al finanziamento della borsa di studio», fanno sapere i vertici dell’azienda reggiana che sviluppa soluzioni informatiche in diversi ambiti impegnandosi costantemente a ricercare, formare e sostenere i talenti e le eccellenze del mondo dell’Information Technology, attraverso percorsi di crescita professionale di ognuno dei suoi collaboratori.

Oltre agli incarichi e ai risultati tecnici raggiunti, di Del Rio si ricordano l’amore per l’atletica e per lo sport in generale, per la società sportiva che aveva fondato e per la sua città, che da reggiano vero sapeva amare in tutte le sue sfaccettature. Un uomo sempre disponibile verso chi avesse bisogno di aiuto, dispensando consigli tecnici e psicologici, rassicurazioni e stimoli e incoraggiamento nei momenti di sconforto, sportivo e non. Un uomo che, con queste borse di studio, sarà degnamente ricordato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA