Vezzano, intossicazione da monossido di carbonio; cinque persone in ospedale

Soccorsi mobilitati in un'abitazione di via Provinciale a Sedrio.  Uno degli intossicati è stato trasportato alla camera iperbarica di Fidenza

VEZZANO. La combustione di carboni accesi su una stufa a legna oppure il malfunzionamento di una caldaia. Potrebbero essere queste le cause che hanno portato cinque persone in ospedale per intossicazione da monossido. E' quanto avvenuto ieri pomeriggio poco dopo le 18 in un casa di via Provinciale, nella frazione Sedrio del Comune di Vezzano sul Crostolo. 

Per una delle cinque persone intossicate (tre uomini e due donne) si è reso necessario il trasporto alla camera iperbarica di Fidenza. Le altre quattro, invece, sono state condotte in ospedale per controlli.

Sul posto oltre ai sanitari e ai carabinieri di Correggio sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Reggio Emilia, dai cui rilievi è emersa che la presenza di monossido di carbonio era cinque volte superiore al limite consentito. Gli operanti, in attesa che si accertino le cause, hanno precluso l’utilizzo della stufa a legna e della caldaia a gas.