Inaugurata la strada che toglie i camion dal centro di Roteglia

Taglio del nastro da parte del sindaco Zanni e dei proprietari delle ceramiche NovaBell e CottoPetrus

CASTELLARANO. A Roteglia la viabilità non divideva il passaggio dei camion nell’area industriale da quella residenziale. Un grosso problema per alcuni quartieri residenziali, ora risolto grazie ad un accordo fra alcune aziende e l’amministrazione comunale. Ieri mattina la nuova strada di gronda è stata inaugurata dal sindaco Giorgio Zanni e dalle proprietà delle ceramiche NovaBell (Mario Roncaglia e Marco Vaschieri) e CottoPetrus (Adriano Frascari), alla presenza del parroco don Giovanni Rossi e di tutti i tecnici, privati e comunali, e delle imprese che hanno contribuito alla progettazione e realizzazione.

Sindaco e imprenditori hanno tagliato il nastro di questo nuovo intervento viario che crea una nuova connessione tra la SP 486R e le due importanti aziende ceramiche con sede a Roteglia. Un intervento utile alle due aziende ma anche e soprattutto determinante per consentire di sgravare il traffico dei mezzi pesanti dal centro abitato della frazione.


Via Molino, la vecchia strada di accesso alle ceramiche, ora verrà trasformata in un senso unico veicolare, facendo così posto a una nuova corsia ciclopedonale che connetterà il centro di Roteglia alla nuova ciclovia del Secchia, anch’essa in fase di ultimazione.

«Un intervento strategico e decisivo — commenta il sindaco Zanni — che ridisegna la viabilità in ingresso alla frazione creando ancor più sicurezza, efficienza e sostenibilità ambientale, dando risposta concreta alle esigenze di cittadini ed imprese. Un’opera realizzata grazie alla preziosa collaborazione che abbiamo costruito nel tempo tra amministrazione e queste due importanti aziende del territorio, che ringrazio».

La nuova strada di gronda è infatti frutto di un accordo urbanistico e di sviluppo industriale che coinvolge il Comune di Castellarano e le ceramiche NovaBell e Cotto Petrus. «A fronte di interventi di entrambe le aziende, che hanno deciso di ampliare i propri investimenti tecnologici e produttivi negli stabilimenti del nostro territorio – commenta il sindaco Zanni – abbiamo chiesto e concertato che realizzassero questa nuova ed importante infrastruttura pubblica a servizio di tutta la comunità».

L’intervento nel suo complesso ha visto la realizzazione della nuova strada di accesso al comparto industriale dalla SP486R all’altezza della prima rotonda a nord del centro abitato di Roteglia e di nuovi spazi per il transito e la sosta dei mezzi pesanti, cui si è aggiunta la nuova rotatoria all’intersezione con via Molino Roteglia, realizzata dall’amministrazione comunale, che consentirà la realizzazione di un nuovo tratto ciclopedonale di connessione sicura tra la nuova ciclovia del Secchia, il centro di Roteglia e quello di Castellarano. «Un’altra importante infrastruttura green – conclude il sindaco Zanni – attesa da tempo e che ora finalmente sta diventando realtà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA