È morta Lina Albarelli titolare del Camping Le Fonti di Cervarezza

L’imprenditrice turistica era subentrata al padre Arrigo Ora l’attività è gestita dal figlio Andrea. Stamattina il funerale

VENTASSO. La montagna piange una imprenditrice di successo nel settore turistico: si è spenta infatti all’età di 72 anni Lina Albarelli, per tutti “Cicci”, titolare del Camping Le Fonti di Cervarezza.

Si tratta di una realtà che da tanti anni richiama migliaia di turisti ogni anno, anche dall’estero, e rappresenta davvero una storia di grande importanza nel panorama montano.


Per il suo costante impegno, nel 1998 Lina Albarelli era stata anche nominata commendatore.

Il Camping Le Fonti è sempre stato gestito dalla famiglia Albarelli, grazie ad una idea datata 1976 dal padre Arrigo, poi portata avanti da Lina e oggi dal figlio Andrea. Il camping si estende su 100mila metri quadri di castagneto, in cui sono disseminati bungalow, ristorante, piscina coperta e sale polifunzionali, punto di partenza ottimale per escursioni alla scoperta della montagna e della natura alle pendici del Monte Ventasso, tra boschi di castagni e faggi.

Quello che Lina Albarelli ha sempre portato nel suo lavoro, e che si trova anche oggi, è il clima di famiglia tra i gestori del camping e gli ospiti. Inoltre, ha sempre avuto la capacità e la visione per investire nella struttura, per ammodernarla e migliorarla costantemente. Oggi il Camping Le Fonti di Cervarezza per tanti clienti è un punto di riferimento irrinunciabile: ha famiglie affezionate che tornano ogni anno, oltre a molti stranieri di passaggio sull’Appennino reggiano.

Lina Albarelli lascia il marito Enos, il figlio Andrea, i nipoti Luca e Sabrina, il papà Arrigo, il fratello Nino e altri parenti. I funerali avranno luogo oggi, venerdì 5 novembre, con partenza alle ore 11 dall’obitorio dell’ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti per il Camping Le Fonti di Cervarezza dove, dopo una benedizione ed una breve sosta presso l’abitazione, si proseguirà per il cimitero locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA