Ricercato da tre anni, viene trovato dai carabinieri: arrestato

Novellara, in manette un 34enne che dal 2019 deve scontare quasi sei anni di reclusione per spaccio di droga

NOVELLARA. Comprava eroina e hascisc per poi spacciare nella Bassa reggiana e per questo motivo il 34enne Adil Chamam, tra gennaio e maggio del 2018, è stato arrestato due volte: la prima il 22 gennaio del 2018 quando i carabinieri di Novellara, a seguito di una perquisizione domiciliare, lo avevano trovato in possesso di un etto di droga (in parte eroina e in parte hascisc) nascosta all’interno della cantina-dormitorio adibita a laboratorio dello spaccio; la seconda a Guastalla, nei pressi della stazione ferroviaria del paese, l’11 maggio sempre del 2018 quando all’esito di un controllo era stato trovato con alcune dosi di eroina e una ventina di grammi di hascisc.

Per questi fatti sempre nel 2018 il 34enne è stato condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione nonché a pagare una multa di 6.334 euro per l’arresto di gennaio, e 2 anni 6 mesi e 4.000 euro di multa per l’arresto operato a maggio.

Le due condanne divenute esecutive hanno visto l’ufficio esecuzioni penali della Procura reggiana emettere il 3 aprile 2019 un provvedimento di cumulo pene: 5 anni, 9 mesi e 27 giorni di reclusione (essendo stati sottratti dal cumulo pene 3 giorni di pre-sofferto).

Il provvedimento è stato quindi trasmesso ai carabinieri di Novellara che però non vi hanno potuto dare esecuzione dato che il 34enne non si era più fatto trovare. Dopo oltre due anni in cui il 34enne era ricercato sull’intero territorio nazionale, ieri è stato trovato a Novellara dove tutto era cominciato. Nel corso dell’attività di controllo del territorio, i militari hanno infatti localizzato il 34enne e sapendolo ricercato l’hanno bloccato, condotto in caserma e arrestato.

Al termine delle formalità di rito, l'uomo è stato condotto in carcere per l’espiazione della pena.