Una montagna di soldi «Finiti anche a Diletto»

reggio emilia. Piuttosto intricato il percorso che avrebbe fatto quella montagna di soldi (per la precisione 2.248.120,55 euro) pagata dal Ministero per una sentenza falsificata che attestava un inesistente diritto risarcitorio. Il capitano Colesanti si è soffermato su 200mila euro che sarebbero stati girati nel 2011 (tramite 4 assegni) all’Immobiliare Bg srl, poi una parte (circa la metà) erano finiti sul conto del Consorzio Europa: «Delegato ad operare era Alfonso Diletto – spiega il testimone – e il Consorzio verrà poi messo sotto sequestro». Una sottolineatura del teste per evidenziare i rapporti con il sodalizio ’ndranghetista operante in Emilia: Diletto sta scontando la pena definitiva di Aemilia (14 anni e 2 mesi) come figura di vertice della cosca ed è stato pure condannato in Grimilde nel primo grado del rito abbreviato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA