Scandiano, picchia la fidanzata e cerca di rubare le armi ai carabinieri: arrestato

Per placare il 24enne sono state necessarie tre cartucce di spray al peperoncino e l'iniezione di un tranquillante

SCANDIANO. Sono stati momenti di violenza quelli verificatisi nella serata di domenica lungo via Mazzini, a Scandiano, dove un giovane marocchino ha incominciato a picchiare la fidanzata 21enne.

Le urla della donna sono state sentite dai residenti che, attoniti per quello che stavo accadendo, hanno quindi chiamato i carabinieri ma l'arrivo dei militari non ha portato alla ragione il giovane. Che, anzi, è andato ulteriormente in escandescenza offendendo, minacciando e aggredendo fisicamente i carabinieri e cercando di impossessarsi delle loro armi.

Alla pattuglia di Albinea, costretta a usare due cartucce dello spray al peperoncino, si sonopoi  aggiunte altre due pattuglie della tenenza di Scandiano e della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia. Solo con l’utilizzo di una terza cartuccia di spray al peperoncino gli operatori sanitari, intervenuti anch'essi, sono riusciti a iniettare all’esagitato un calmante.

Il 24enne, infine, è stato arrestato mentre la giovane reggiana, colpita con calci e pugni, è stata trasportata al pronto soccorso di Reggio Emilia e ricoverata in osservazione.