Il maresciallo fuori servizio incastra il pusher, denunciato un 38enne

In via Piave assiste allo scambio e segue il "cliente". Sequestrati due flaconi di metadone

FABBRICO. Si trovava libero dal servizio quando camminando lungo via Piave, ha notato uno scambio sospetto tra due giovani, terminato il quale i due si allontanavano per strade diverse. Insospettito per quanto notato il comandante della stazione di Fabbrico ha raggiunto uno dei due giovani, colui che aveva ricevuto due boccette identificato in un 25enne residente in paese. 
 
Il giovane, come poi accertato dal maresciallo, aveva due flaconi di metadone che per sua stessa ammissione aveva appena acquistato dall’altro uomo, pagandoli 20 euro. Il pusher è stato identificato in un 38enne abitante a Fabbrico, di origine indiano, che, per altro, il maresciallo già conosceva, ed è stato denunciato per spaccio. L’acquirente, un 25enne abitante in paese, a sua volta è stato segnalato alla Prefettura di Reggio Emilia quale assuntore di sostanze stupefacenti. 
 
Tutto ha avuto luogo l’altra sera, poco prima delle 22, quando il comandante della stazione di Fabbrico, libero dal servizio, nel camminare lungo via Piave di Fabbrico ha notato il 38enne indiano cedere qualcosa al 25enne, anche lui noto al maresciallo. 
 
Dopo lo scambio il maresciallo ha seguito a piedi il 25enne fino a via Berzella dove lo ha fermato e controllato. Nel frattempo sul posto è arrivata anche una pattuglia della stazione di Fabbrico che ha raggiunto l’abitazione del 38enne dove è stata poi eseguita una perquisizione con esito negativo. Il 38enne però ha ammesso di aver ceduto i due flaconi al giovane per 20 euro. Di qui la denuncia e la segnalazione. I due flaconi di metadone sono stati sequestrati.