È morto a 93 anni Luciano Gatti storico volontario del soccorso

Emigrò con la moglie in Svizzera e vi rimase 13 anni. Era cavaliere al merito. Attivo da decenni alla Arancione e a “Noi con Voi”. Domani alle 10 il funerale

CAVRIAGO. Nei giorni scorsi si è spento, all’età di 93 anni, Luciano Gatti, cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana e volontario storico della Croce Arancione di Montecchio e Cavriago. Lo ricorda con affetto la presidente della Croce Arancione Cristina Fantesini, che scrive cosi: «Luciano era entrato in Croce Arancione il 5 novembre 1988; era una persona molto stimata e molto disponibile, sempre presente per l’associazione ed era molto attivo nella nostra sede di Cavriago. Non si è mai tirato indietro anche negli ultimi giorni. Due anni fa era stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica italiana proprio per il suo impegno costante e incessante nel volontariato».

Luciano nel 2017 aveva festeggiato le nozze di ferro, 70 anni di matrimonio con la sua amata Ines Valeriani. Luciano, nato a Rivalta il 12 dicembre 1927 e Ines nata a Villa Cella il 18 maggio 1929, si sposarono il 1 febbraio 1947.


All’epoca, Luciano, figlio unico, era operaio mentre Ines, quarta di cinque figli, contribuiva al bilancio famigliare come bracciante agricola. Nel 1948 nacque la figlia Rosanna e nel 1952 la seconda figlia, Daniela. Nel 1956, la famiglia decise di emigrare in Svizzera. Per i 14 anni di permanenza in Svizzera, Luciano ha prestato la sua opera presso le officine meccaniche Sulzer di Winterthur ed Ines presso la tessitura Boller & Winkler, a Turbenthal, paese in cui risiedevano. Dopo lunghi anni di lavoro e sacrifici Luciano e sua moglie decisero di rientrare in Italia, a Cavriago dove Luciano ha iniziato a fare il metalmeccanico e seguire il mondo del volontariato dal 1988. Fu volontario anche dell’associazione “Noi con Voi” oltre che della Croce Arancione.

Nel 2019 arriva il riconoscimento e il titolo di cavaliere della Repubblica. L’evento fu festeggiato assieme ai parenti e agli amministratori locali di Cavriago che di lui allora scrivevano: «Congratulazioni al cavriaghese Luciano Gatti che ieri pomeriggio, 3 dicembre 2019 ha ricevuto in Prefettura a Reggio l’attestato di cavaliere dell’ordine al Merito della Repubblica italiana. Si tratta di un riconoscimento molto importante conferitogli per il suo impegno nel lavoro. A lui vanno i complimenti di tutta l’amministrazione comunale».

Per l’occasione, Gatti si presentò in prefettura insieme alla sua famiglia e ad accompagnarlo c’era, in rappresentanza del comune, il vicesindaco Matteo Franzoni. La notizia della sua morte in paese ha lasciato un grande dolore tra i volontari e gli amici.

Luciano Gatti lascia la moglie Ines, le figlie, i generi, nipoti e pronipoti. I funerali si svolgeranno in forma civile domani, alle 10, partendo dall’ospedale Franchini di Montecchio per il cimitero di Valera, nel Parmense. La famiglia ringrazia la signora Natalia e il dottor Matteo Punghellini per le premurose cure prestate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA