Rubano nei supermercati Coop: seconda denuncia in pochi giorni per una coppia di coniugi

Si tratta di una 39enne e di un 45enne che ora i carabinieri ritengono essere i probabili responsabili di altri furti fotocopia

REGGIO EMILIA. Sono affezionati ai supermercati ad insegna Coop dove sono soliti recarsi non certo per far spesa ma per fare razzia di alimenti (prevalentemente punte di parmigiano reggiano e insaccati vari), vestiti, scarpe e piccoli elettrodomestici oltreché accessori per smartphone. È la seconda volta, infatti, in pochi giorni che una coppia di coniugi finisce per questo nei guai. Prima per un furto alla Coop a Cavriago e ora per un tentativo di furto al supermercato di via Morandi a Reggio Emilia.
 
Si tratta di una 39enne e il marito 45enne entrambi residenti a Reggio Emilia, due coniugi che non risultano nuovi a tali condotte come rivelato dal loro corposo “pedigree” che attesta anche precedenti di polizia specifici. I carabinieri ritengono che i due raid furtivi nei supermercati Coop potrebbero non essere gli unici portati a segno dalla coppia.
 
Dopo le indagini dei carabinieri della stazione di Cavriago, anche quelle dei carabinieri della stazione di Reggio Emilia Santa Croce, grazie alla videosorveglianza del supermercato Coop di via Morandi, ultimo a essere stato preso di mira, hanno permesso di identificarli quali responsabili di un tentativo di furto compiuto il 19 marzo di quest’anno. 
 
I filmati, infatti, li hanno immortalati mentre agivano all’interno del supermercato Coop di via Morandi con una tecnica ben collaudata, la stessa utilizzata a Cavriago, tanto da meritarsi l’appellativo di ladri seriali della Coop. 
I due sono entrati all’interno del supermercato di via Morandi, apparentemente come normali clienti per poi raggiungere i reparti presi di mira, riempendo il carrello spesa con la merce che avevano cura di privare dei dispositivi antitaccheggio. Ma poi approssimatisi all’uscita hanno dovuto abbandonare il carrello e la refurtiva perché sono stati scoperti. Conteneva merce per varie centinaia di euro. 
 
Come però avvenuto già avvenuto per il colpo ai danni del supermercato Coop di Cavriago qualche giorno fa, non si sono assicurati l’impunità in quanto i carabinieri della stazione di via Adua, analizzando i filmati del sistema di videosorveglianza del supermercato sono riusciti a identificarli e li hanno denunciati.