Trovato con la droga nascosta in cucina, pusher di nuovo arrestato

In cella un uomo di 32 anni, sequestrati due etti di cocaina e materiale per il confezionamento. Era tutto nascosto nell'intercapedine del contatore del gas

REGGIO EMILIA. Uno spacciatore di 32 anni arrestato e il sequestro di circa due etti di cocaina. Sono il bilancio di un intervento dei carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Reggio Emilia nel pomeriggio di ieri. L’uomo, abitante in città e disoccupato, è risultato possedere un’importante partita di cocaina destinata alla piazza reggiana. 
 
In carcere è finito Valentin Lungu, cittadino rumeno residente a Reggio Emilia. All’uomo i carabinieri hanno sequestrato circa due etti di cocaina (174 grammi per l’esattezza), materiale per il confezionamento, un bilancino di precisione, due telefoni cellulari ritenuti il tramite per i contatti con i clienti e la somma in contanti di 540 euro ritenuta provento dello spaccio anche alla luce dello stato di nullatenenza dell’uomo che risulta essere disoccupato. 
 
Ieri intorno alle 13, i carabinieri passando nei pressi di via Astico, hanno notato uno sconosciuto uscire da un’abitazione dove i militari sapevano abitare il 32enne che era stato arrestato lo scorso mese di marzo per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. 
 
Lo sconosciuto, con fare sospetto, riusciva a dileguarsi. A questo punto i militari hanno raggiunto l’appartamento del 32enne e hanno proceduto a una perquisizione domiciliare. È stato così che in un’intercapedine all’interno della cucina, adibita a scatola per il contatore del gas, sono stati trovati una busta in plastica contenente 102,2 grammi di cocaina, un’altra busta in plastica con 71,8 grammi di cocaina, un bilancino di precisione funzionante con evidenti tracce di sostanza stupefacente sul piatto di pesata e una busta in plastica con ritagli utilizzati per il confezionamento di singole dosi. 
 
Lo stupefacente e il materiale per il confezionamento e la pesatura è stato sequestrato con anche i due cellulari e la somma di 510 euro posseduta dal 32enne. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.