Organizza un’altra festa abusiva Nuova sanzione per un 27enne

Blitz dei carabinieri nell’evento di Roncolo con oltre 350 persone paganti Multa per 4.400 euro. Due settimane fa nei guai per l’evento al Lido di San Polo

quattro castella. A due settimane dalla prima festa considerata fuorilegge e pertanto sanzionata, l’organizzatore di eventi 27enne di Quattro Castella torna al centro della cronaca per un altro evento considerato irregolare e di conseguenza sanzionato pesantemente.

Si tratta di una festa che si è tenuta venerdì sera in un ex agriturismo dalle parti di Roncolo, nel Comune di Quattro Castella.


Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale stazione, era previsto l’ingresso a 10 euro. La pubblicità dell’appuntamento ha viaggiato via social e messaggi, così come già avvenuto per l’evento di San Polo. Secondo chi indaga, però, il 27enne non solo era sprovvisto di ogni autorizzazione, ma non avrebbe tenuto conto dei limiti imposti dalla normativa d’urgenza connessa al contenimento della pandemia da Covid-19.

Il blitz dei carabinieri risale appunto a venerdì sera nel locale, dotato anche di un’area esterna, dove hanno verificato che era in corso una vera e proprio festa alla presenza di qualcosa come 350 persone, che sono risultate paganti del biglietto, ma anche entrate senza esibire il green pass e senza il rispetto del distanziamento previsto durante la propria permanenza.

Questo è quanto comunicato dai carabinieri circa la situazione. Hanno proceduto quindi a identificare il responsabile dell’evento, il quale è stato sanzionato amministrativamente per un importo complessivo di 4.400 euro per le mancate autorizzazioni e per le violazioni alle norme Covid.

I carabinieri hanno quindi presidiato le operazioni di deflusso dei giovani, in modo che avvenisse in maniera tranquilla, ponendo fine quindi alla festa e procedendo a quel punto anche alla chiusura dell’attività.

Un altro episodio che fa discutere dopo quello accaduto due settimane fa.

Lo stesso 27enne, infatti, ha organizzato un evento al parco Lido di San Polo, all’ex Bilbao, con analoghe modalità: inviti, pubblicità e diffusione della notizia tramite i social.

Anche in quel caso era sprovvisto di ogni autorizzazione, e non avrebbe tenuto in conto alcuna norma di contenimento del Covid. Qui ci sarebbero state oltre mille persone. L’evento gli era costato una sanzione amministrativa di 1.200 euro per le violazioni alle norme Covid, con chiusura di 5 giorni del locale.

Il sindaco di San Polo aveva spiegato che era arrivata una richiesta di Scia per attività somministrazione bevande con musica per una capienza massima 200 persone. I numeri, però, alla fine si erano rivelati ben più alti.

Ora questa nuova sanzione sul giovane organizzatore di eventi della Val d’Enza, dopo che da oltre un anno i locali sono rimasti chiusi a causa della pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA