Il test drive con la Ferrari finisce con uno schianto

Protagonista dell’incidente un 21enne con a fianco il tutor, entrambi illesi. Ferito invece il conducente di 28 anni dell’altra auto: è finito all’ospedale

CASALGRANDE. Una Ferrari, gialla fiammante, presa a noleggio da un 21enne reggiano. Un test, chissà se il primo, al volante di un bolide del genere. Il pomeriggio è però terminato contro il guardrail della Pedemontana di Maranello e con la Ferrari decisamente danneggiata dopo un incidente con un’altra vettura, una Giulietta Alfa Romeo a Maranello (Modena).

Non ci sono state fortunatamente conseguenze troppo gravi, ma il conducente della Giulietta, un giovane di 28 anni residente a Montale, è rimasto ferito e trasportato con codice di media gravità all’ospedale. Alla guida della Ferrari a noleggio, un 21enne di Casalgrande, affiancato da un tutor che gli stava dando indicazioni su come prendere confidenza con il mezzo. Non si conoscono ancora le cause del sinistro, ora al vaglio degli agenti della polizia locale di Maranello, ma quel che è certo anche solo guardando le immagini delle due vetture, entrambe praticamente distrutte, è che le conseguenze avrebbero potuto essere ben peggiori.


Dai primi riscontri pare che il 21enne abbia imboccato la pedemontana in direzione Vignola, forse per testare l’auto sul rettilineo come spesso accade. Ma qualcosa potrebbe avergli fatto perdere il controllo della Ferrari portandolo a scontrarsi con la Giulietta del 28enne che stava invece procedendo in senso opposto.

Entrambe le auto hanno poi terminato il loro viaggio contro il guardrail.

Il neofita della Ferrari è rimasto illeso così come il tutor che sedeva accanto a lui; sul posto il 118 per soccorrere il 28enne dell’altra vettura coinvolta che dopo i primi accertamenti e le prime medicazioni è stato trasportato all’ospedale con codice due in ambulanza.

Quanto alla Ferrari, ci penserà certo l’assicurazione a pagare i danni: non è la prima volta che uno di questi mezzi a noleggio si rende protagonista di incidenti in zona.



© RIPRODUZIONE RISERVATA