Sabato è il “Giorno del dono” per ringraziare chi è generoso

CORREGGIO. Si chiama “Giorno del dono” ed è in programma sabato a Correggio per premiare i cittadini che hanno donato materiali al Comune. L’iniziativa è promossa a livello nazionale dall’Istituto italiano della donazione, a seguito dell’istituzione della legge “Giorno del dono” (il 4 ottobre di ogni anno), per valorizzare le esperienze quotidiane di dono e generosità, e il Comune di Correggio vi aderisce fin dalla prima edizione.

Sabato alle 10.30, nel cortile di Palazzo dei Principi, il sindaco Ilenia Malavasi premierà dunque tutti coloro – una cinquantina – che in questi ultimi anni hanno fatto donazioni al Comune.


Ospiti dell’iniziativa saranno Edoardo Patriarca, già senatore e presidente dell’Istituto italiano della donazione (Iid), uno dei promotori e degli artefici della legge istitutiva del “Giorno del dono”, e Federico Amico, presidente della Commissione parità e diritti della Regione Emilia-Romagna.

A seguire il sindaco Ilenia Malavasi e il presidente della Croce Rossa di Correggio, Marco Gemmi, inaugureranno due nuove ambulanze in dotazione alla Croce Rossa correggese. Nel corso dell’incontro la direttrice del centro danza, teatro e arti visive Ars Ventuno, Antonella Panini, interpreterà immagini letterarie sul tema del dono. «In questi anni il nostro Comune ha potuto contare su un rilevante numero di donazioni – commenta Malavasi – Si tratta di opere d’arte, manufatti, collezioni di tipo archivistico e documentario, patrimoni culturali e immobiliari, oltre a tutte le donazioni in denaro che hanno consentito l’acquisto di beni specifici, dai mezzi di soccorso o destinati all’attività delle associazioni di volontariato, alle dotazioni di giochi o libri per le scuole, segni concreti di generosità di cui, da quando sono stata eletta sindaco, ho potuto toccare con mano il valore, non solo economico. Tutti questi doni, oltre ad accrescere significativamente il valore del patrimonio pubblico, a favore di tutta la nostra comunità, testimoniano, una volta in più, il carattere generoso, solidale e attento ai bisogni della città e dei cittadini che, da sempre, caratterizza i correggesi. Il “Giorno del dono”, un appuntamento riconosciuto e atteso nella nostra città, ci consente davvero di raccontare il valore di una comunità», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA