Giorgio Zanni dopo il plebiscito «Ora inizia il secondo tempo»

Il primo cittadino di Castellarano, riconfermato con l’86%, ringrazia gli elettori La segretaria Pd Venturini esulta anche per Paolo Fuccio a San Martino in Rio

CASTELLARANO. Il sindaco di Castellarano Giorgio Zanni, dopo lo storico risultato con il quale è stato riconfermato primo cittadino con l’86% di voti, esprime parole di ringraziamento. «Grazie alle tantissime persone che hanno sostenuto la nostra squadra ed il progetto disegnato insieme per i prossimi 5 anni. Grazie ad ognuno dei 5.799 nostri concittadini che ci hanno accordato la propria fiducia con ancor più forza e determinazione rispetto a 5 anni fa. Grazie agli splendidi candidati e candidate, nuovi ed uscenti, che si sono messi in gioco insieme con la nostra lista civica Castellarano Bene Comune. Grazie a Fabio Ruini e ai candidati della sua lista con ci auguriamo di poter instaurare un positivo rapporto di rispetto e collaborazione. Grazie a tutti quelli che hanno creduto, sostenuto e incoraggiato le nostre idee ed i nostri progetti per continuare a scrivere insieme il futuro della nostra comunità».

Nel suo messaggio su Facebook, in posa con tutta la squadra, il primo cittadino ha rivolto uno sguardo al futuro. «Inizia oggi, con ancor più carica e determinazione, il nostro bellissimo “secondo tempo”. Lo facciamo dopo un partecipato percorso di ascolto, progettazione e innovazione su temi e futuro della nostra cittadina ma soprattutto dopo aver camminato insieme non soltanto in questi ultimi mesi di campagna ma ogni giorno in questi ultimi 5 anni, lavorando uniti nei momenti belli come in quelli più duri e complessi, da cui siamo sempre usciti vincenti insieme».


Il plebiscito gratifica i vincitori e al tempo consegna una responsabilità ancora maggiore. «A Castellarano mai un risultato così. Con grande umiltà, ne siamo profondamente onorati, ne sentiamo viva l’emozione e la grande responsabilità».

Per Gigliola Venturini, segretaria provinciale del Pd, l’amministrazione Zanni «è stata premiata anche per la capacità di tenere insieme le esigenze del distretto ceramico e le nuove frontiere della sostenibilità e della transizione ecologica, come dimostra il nuovo impianto ad idrogeno».

A San Martino «il buon governo ha avuto la meglio» e i cittadini «hanno premiato il lavoro fatto, la serietà delle proposte e un’attitudine particolare del sindaco Paolo Fuccio all’ascolto».

Venturini non nasconde il forte «rammarico per l’esito di Ventasso», dove «evidentemente l’amministrazione ed il sindaco uscente non hanno trovato la chiave giusta per entrare in sintonia con la comunità e per rendere consapevoli i cittadini di tutti i vantaggi della fusione». La segretaria stigmatizza anche il fatto che fossero presenti due liste di centrosinistra.

Per quanto riguarda Casina, invece, Venturini guarda ad Anna Fornili, che ha perso, e alla sua giovane squadra, come «a un’alternativa per il futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA