Camionista stalkerizza la responsabile di un negozio, allontanato dal giudice

Minacce e appostamenti nei confronti di una 46enne, dei familiari e dei dipendenti a causa di una discussione nata sul ritiro di alcuni bancali

CASTELLARANO. Alcune incomprensioni sulla merce da ritirare sono alla base di una triste vicenda fatta di minacce e vessazioni di ogni genere che va avanti dall’inizio dell’anno. 
 
Protagonista ne è un autotrasportatore 47enne di Sant’Ilario che, dopo una discussione con la vittima, una 46enne responsabile di un supermercato di Castellarano, circa il ritiro di alcuni bancali, ha iniziato a tormentare la donna che, ormai stremata, si è rivolta ai carabinieri della stazione locale. 
 
I fatti ricostruiti dai militari evidenziano una serie interminabile di azioni vessatorie dell’uomo, tra cui numerosissime telefonate minatorie nei confronti della vittima e dei suoi familiari, appostamenti all’uscita dell’esercizio pubblico e minacce tramite i social network.
 
Non solo. L’uomo, in più occasioni, ha incontrato e minacciato anche le dipendenti del supermercato, per il solo fatto di prestare la loro attività lavorativa presso quel negozio. Tutto quanto ricostruito dai carabinieri di Castellarano, è stato posto all’attenzione della magistratura reggiana che, condividendo appieno le risultanze investigative, la scorsa settimana ha emesso a carico dell’uomo la misura cautelare non custodiale del divieto di avvicinamento ai luoghi di lavoro e frequentati dalla parte offesa e dai suoi familiari, vietando altresì ogni di forma di comunicazione con loro. 
 
Provvedimento che sabato scorso i carabinieri di Castellarano, coadiuvati dai colleghi di Sant’Ilario, hanno notificato all’autotrasportatore.