ELEZIONI 2021 \ A Ventasso sulla strada di Manari ci sono l’ex Bargiacchi e Ferretti

Al voto anche per il rinnovo delle Municipalità, l’organo di partecipazione di Ramiseto, Collagna, Busana e Ligonchio

VENTASSO Seconda volta alla prova delle elezioni amministrative per il più giovane Comune della procincia di Reggio Emilia: Ventasso, nato dalla fusione di Ligonchio, Collagna, Succiso e Busana.

Il sindaco uscente il dottor Antonio Manari, sostenuto da una coalizione di centrosinistra, si presenta per la riconferma. A sfidarlo ci sono Paolo Bargiacchi, un amministratore storico della montagna reggiana già sindaco di Villa Minozzo, Baiso e Collagna, e capogruppo di minoranza uscente ed Enrico Ferretti, direttore della scuola sci di Cerreto Laghi e artigiano, reduce da dieci anni di impegno in consiglio comunale prima come consigliere delegato allo sport e turismo nell’ultima giunta del Comune di Collagna (guidata da Bargiacchi) e successivamente come presidente della stessa municipalità.



Ma il 3 e 4 ottobre per il Comune di Ventasso si voterà anche per il rinnovo delle quattro municipalità. I Municipi sono organi di partecipazione e rappresentano le comunità di persone che vivono sul territorio, che sono state mantenute in considerazione del fatto che Ventasso come Comune unitario è nato nel 2016. Le municipalità rappresentano i territori delle comunità di origine. Ognuno dei quattro Consigli di Municipio è composto da cinque persone, elette a suffragio diretto contestualmente al consiglio comunale e durano in carica cinque anni, come il sindaco. Non è detto che a vincere una singola municipalità sia la stessa lista che vince il Comune di Ventasso.

La carica di consiglieri delle Municipalità, così come quelle del presidente e vicepresidente, è gratuita, non prevede alcuna indennità. I consiglieri possono presentare al presidente del consiglio di municipio interrogazioni, interpellanze e mozioni su argomenti riguardanti il territorio del municipio, ma contestualmente il Consiglio di Municipio può formulare proposte di deliberazione da sottoporre al Consiglio o alla giunta comunale su argomenti di interesse generale o di interesse particolare della municipalità. Il regolamento delle municipalità assegna loro prerogative importanti. Ad esempio, sull’istruzione promuovono il collegamento tra organi collegiali della scuola e territorio la messa a disposizione di beni e servizi; stabiliscono l’utilizzo delle sale, di altri spazi e locali di competenza dei Municipi da parte di associazioni, enti o privati per iniziative e riunioni; promuovono e realizzano le attività culturali, ricreative e turistiche nell’ambito del proprio territorio; promuovono e realizzano le iniziative sportive nell’ambito del proprio territorio elaborando proposte sul funzionamento delle palestre e degli altri impianti; realizzano iniziative sull’integrazione sociale; curano in collaborazione con le associazioni e i cittadini iniziative rivolte ai giovani.

Ciascuna delle tre liste in lizza per il Comune ha presentato dunque altre quattro liste, una per ciascuna municipalità, dove ci sono persone ben radicate sui loro territori. Nelle liste di Manari ad esempio per Collagna c’è Marco Giannarelli, titolare degli impianti di risalita del Cerreto, e a Ligonchio Marika Nuccini, assessore uscente alla Cultura. Nelle liste di Enrico Ferretti, a Ramiseto c’è Lino Franzini, da anni tra i principali sostenitori della diga di Vetto. In generale ci sono comunque persone con importanti esperienze lavorative e di impegno sul territorio, sintomo che anche questa competizione elettorale viene presa con grande serietà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA