Operaio di 56 anni cade da un'impalcatura e muore

La vittima è Roberto Alessandri, di Quattro Castella. La tragedia è avvenuta alle 14 a Borzano in un cantiere per lavori di manutenzione al tetto di una villa

ALBINEA. Un uomo è morto mentre svolgeva il proprio lavoro oggi pomeriggio alle 14 cadendo da un’impalcatura. A nulla è valso l’intervento dei soccorritori. Si tratta di Roberto Alessandri di Quattro Castella, operaio di 56 anni dipendente di un’azienda per conto della quale stava svolgendo alcuni lavori edili su una villa in via Ariosto a Borzano di Albinea. 
 
L’uomo è precipitato da un’altezza di 10 metri e le lesioni riportate nell’impatto al suolo gli sono state fatali. Sul luogo dell’infortunio sono intervenuti i carabinieri della stazione locale e il personale del servizio di Prevenzione e sicurezza sugli ambienti di lavoro dell’Ausl di Reggio Emilia, che ora stanno cercando di ricostruire la dinamica e soprattutto eventuali responsabilità in merito alla mancata applicazione dei dispositivi di sicurezza che, certo, avrebbero impedito un esito così tragico.
 
Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma l’operaio edile è deceduto per le gravi lesioni riportate a seguito di una caduta da circa 10 metri d’altezza mentre era intento a effettuare lavori di manutenzione ordinaria sul tetto. Secondo una prima ricostruzione operata da parte del personale della Medicina del Lavoro di Reggio Emilia, l’uomo si trovava sull’impalcatura allestita nell’abitazione quando, per cause ancora in corso di accertamento, è precipitato. 
 
L’operaio è stato soccorso dai sanitari inviati dal 118 che, nonostante i tentativi di rianimarlo, ne hanno poi dovuto constatare il decesso per le gravi lesioni riportate a seguito della caduta.