Al Festival europeo delle Orchestre giovanili il premio al prof Settembrino

Alla rassegna il “passaggio di bacchetta” tra il maestro che si trasferisce a Cremona e il nuovo direttore Castellari

QUATTRO CASTELLA. Nei giorni scorsi Quattro Castella ha ospitato il 4° Festival europeo delle Orchestre giovanili, promosso dall’associazione “Futuro in Musica” col Comune e col sostegno di Regione, istituto comprensivo e associazione “Amici d’Europa”. In una piazza Dante piena di spettatori, i giovani musicisti hanno potuto tornare a esibirsi dopo lo stop forzato del 2020, seppure con un format “ibrido” che ha visto la presenza di 3 formazione italiane (Orchestra giovanile di Quattro Castella, Coro CavriCanto e Filarmonica Città del Tricolore) e il collegamento in video delle 5 orchestre straniere: Iskola Thury Gyorgy di Valpalota (Ungheria), Rainbow Children Ensemble di Bucarest (Romania), Kreis Musik Schule di Weilburg (Germania), Ensemble del Conservatorio profesional “Guerrero” di Siviglia (Spagna) e Szkola Muzyczna di Poznan (Polonia). Grandi applausi per tutti, e soprattutto per l’Orchestra giovanile di Quattro Castella, per l’occasione suddivisa in due gruppi, entrambi diretti dal maestro Saverio Settembrino che, dopo 7 anni, lascia la conduzione dell’orchestra stessa nelle mani di Davide Castellari. A Settembrino – in questi anni apprezzato insegnante di pianoforte alla scuola media con indirizzo musicale Andrea Balletti – sono andati i saluti del Comune. Il sindaco Alberto Olmi gli ha consegnato una pergamena in segno di ringraziamento per l’impegno e il lavoro svolto al servizio dei giovani della comunità. I musicisti dell’Orchestra giovanile hanno salutato il prof (che si trasferisce a Cremona per motivi professionali) una pergamena con il collage delle foto più significative degli anni trascorsi insieme. Tra l’altro, Settembrino in questi anni è stato alla guida degli studenti-attori vincitori di numerosi premi con i cortometraggi in cui erano protagonisti, appunto, i ragazzi della scuola media Balletti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA