Al Palio dell’Angelica oggi l’investitura e la cena medievale

SCANDIANO. Prendono il via oggi le due giornate dedicate al Palio dell’Angelica, la tradizionale rievocazione storica liberamente ispirata alle tematiche e ai soggetti dell’Orlando Innamorato composto dallo scandianese Matteo Maria Boiardo. L’evento, organizzato dalla Pro loco con il patrocinio del Comune, era stato momentaneamente sospeso nel 2020 a causa della situazione sanitaria; ora viene riproposto in una versione non integrale, priva di alcune parti molto amate come la grande sfilata nelle vie e nelle piazze più antiche del cuore di Scandiano, quelle che si snodano attorno alla rocca del Boiardo, simbolo del paese e secoli fa residenza dell’autore delle vicende del cavaliere Orlando.

Questa mattina avviene l’accoglienza dei gruppi di rievocazione e l’apertura dell’accampamento storico allestito nel vallo della rocca. Lì si potrà assistere alle prove di abilità degli arcieri della Maestà della Battaglia di Quattro Castella, degli arcieri casalgrandesi del gruppo Falchi del Secchia e degli spadaccini della compagnia di scherma medievale del Lupo Rosso di Firenze. Con loro, il clown e giocoliere Nador de la Nuit e la compagnia di rievocazione storica medievale “La lega della Rosa”, in compagnia della scuola di equitazione “Il Mulino” di Veggia. Alle 14 in piazza del Boiardo, di fronte alla rocca, inizieranno le operazioni per allestire la cerimonia dell’investitura dell’Angelica, in programma alle 17. È questo l’appuntamento centrale, dal punto di vista concettuale, con il richiamo diretto alle vicende di Angelica.


La serata proporrà alle 20, nella zona dell’accampamento – il vallo della rocca – una cena a tema (serve il Green pass e la prenotazione al 328 2438145 o alla mail info@prolocoscandiano.it) con l’esibizione del giullare Nador de la Nuit e lo spettacolo degli sputafuoco-giocolieri del fuoco della Maestà della Battaglia (nella foto).

Domani il Palio sarà accompagnato dal mercato straordinario con i banchetti del consorzio Com.Re e dall’apertura dei negozi scandianesi. Dalle 10 alle 19 in piazza del Boiardo e sul vallo si alterneranno diverse esibizioni dei vari gruppi storici, con la possibilità di mangiare nell’osteria curata dai volontari della Pro loco. Spettacoli degli sbandieratori e musicisti della Maestà della Battaglia alle 11, alle 15 e alle 18. Alle 16, in piazza, uno dei momenti più spettacolari: il palio delle botti, gara di forza a squadre in costume che si unirà a canti, prove di abilità e agilità delle altre realtà coinvolte sin dal mattino negli altri luoghi della manifestazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA