Bimbi in auto senza cintura, raffica di multe ai genitori

Reggio Emilia, controlli serrati disposti vicino alle scuole sul rispetto delle norme di sicurezza.  In un solo giorno davanti a una materna elevate undici sanzioni da 83 euro l’una 

REGGIO EMILIA. Genitori senza cintura, che trasportano i figli senza il dispositivo di sicurezza e che hanno pagato caro la fretta di accompagnare o prelevare il pargolo. Questo l’esito dei controlli del Comando di polizia stradale di Reggio Emilia, che da quando è iniziata la scuola ha intrapreso una serie di mirati controlli sulle modalità di trasporto dei bambini e dei ragazzi sia sui mezzi pubblici sia sui mezzi privati.

Nessuna anomalia per quanto riguarda i mezzi pubblici e gli scuolabus, mentre è stata una raffica di multe per undici genitori dimentichi della cintura. Nelle ultime due settimane gli agenti della Stradale si sono posizionati vicino agli istituti scolastici superiori. In particolare al polo scolastico di Makallè, in attesa dei bus per verificare la capienza degli studenti, ai quali è stato raccomandato di indossare la mascherina ed evitare assembramenti; e in piazzale Europa, dove a sorvegliare la salita e la discesa ci sono gli steward dell’Agenzia della Mobilità e dove è stata svolta la stessa attività in sinergia con gli addetti.


Gli agenti Polstrada poi hanno passato al setaccio le scuole medie, elementari e materne, senza riscontrare irregolarità di rilievo per quanto riguarda i mezzi pubblici. Sul trasporto privato invece sono state rilevate numerose violazioni per mancato uso della cintura: durante i controlli i piccoli sono stati trovati talvolta senza cintura e con lo zainetto già posizionato sulle spalle, il che impedisce di stare seduti correttamente ed espone a lesioni serie in caso di un semplice tamponamento. Non è andata meglio sul fronte adulti: solamente nella mattinata di ieri, davanti ad una scuola materna, i poliziotti hanno sanzionato undici genitori che accompagnavano i propri figli senza utilizzare la cintura.

Per tutti costoro è scattata una sanzione di 83 euro con la prevista decurtazione di cinque punti sulla patente di guida. I genitori sono stati avvertiti: in caso di recidività scatterà nei loro confronti il ritiro della patente di guida per la prevista sospensione di un mese. Dall’inizio dell’anno sono state elevate ben 830 sanzioni per il mancato utilizzo delle cinture, che hanno comportato il ritiro di trenta patenti di guida proprio perché i rispettivi conducenti sono risultati recidivi. Infine gli agenti hanno rammentato a mamme e papà una normativa che l’emergenza Covid ha fatto passare in sordina: dal 2020 è in vigore l’obbligo del dispositivo anti abbandono del seggiolino per i bambini di età al di sotto i quattro anni.

Am.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA