In via Emilia è stato inaugurato il “mini consolato” della Nigeria

Un progetto per agevolare l’emissione di documenti ma anche un luogo in cui creare nuove possibilità lavorative

REGGIO EMILIA. La capitale ufficiale della Nigeria. Abuja, e la megalopoli Lagos, la città più popolosa dello Stato africano, sono più vicine a Reggio e sarà anche più facile intrattenere o avviare rapporti di affari con il Paese dell’Africa occidentale. È stato inaugurato in città, alla presenza dell’ambasciatore nigeriano in Italia Eric Tonie Aworabhi, un nuovo ufficio nel quale i cittadini della Nigeria residenti in Italia potranno ottenere documenti come il passaporto, atto di nascita e altri certificati.

Documenti che fino ad ora era possibile ottenere solo recandosi presso l’ambasciata di Roma e solo dopo aver fatto una lunghissima e interminabile fila. Il responsabile della nuova sede, che si trova in via Emilia San Pietro 68/a (nei locali dell’ex filiale Unicredit), è un cittadino di origini nigeriane e con cittadinanza italiana che ha frequentato le scuole in Italia e opportunamente formato per svolgere il suo lavoro. Sarà il giovane Daniel Asuenimhen a occuparsi di raccogliere e di inviare all’ambasciata della Nigeria tutta la documentazione e seguire le pratiche per l’ottenimento dei documenti o, e questo è il secondo dei suoi compiti, aiutare gli imprenditori reggiani ad aprire canali per avviare relazioni commerciali e favorire gli imprenditori nigeriani che intendono investire nel nostro territorio. Il nuovo servizio è frutto di un accordo tra l’ambasciata nigeriana e il sindacato di imprenditori Unsic (Unione nazionale sindacale Imprenditori coltivatori), che ha sede in via Adua e ha individuato il nuovo ufficio in via Emilia San Pietro a disposizione dei nigeriani e di tutti i cittadini interessati. Una scelta non avvenuta a caso, spiega il responsabile regionale di Unsic, il reggiano Giovanni Carlucci «in quanto Reggio con i suoi circa 2mila nigeriani residenti, è una delle realtà più importanti nel panorama italiano».



Il sindacato di imprenditori che conta su oltre 3mila sedi operative in Italia, anche a Reggio conta di svolgere un doppio ruolo: fornire assistenza ai cittadini nigeriani, funzionando a tutti gli effetti come un patronato tradizionale e dall’altro favorire e aiutare gli imprenditori italiani intenzionati a investire in Nigeria e gli imprenditori nigeriani a fare affari con il nostro paese. Nei nuovi locali i cittadini nigeriani oltre a ottenere documenti del proprio Paese di origine potranno trovare assistenza anche per la compilazione di pratiche come l’Isee, al pari di un qualsiasi altro patronato e caaf o essere seguiti nella preparazione dei documenti necessari per aver diritto ai servizi che il nostro sistema di welfare offre ai residenti. Il battesimo ufficiale di quello che potremmo definire un “mini consolato” nigeriano nella nostra città, è stato anche l’occasione per un incontro dell’ambasciatore con la numerosa comunità nigeriana di Reggio.

R.F.

© RIPRODUZIONE RISERVATA