Rissa al bar tra tre giovani ubriachi, arrestati

La lite è scoppiata mentre due fratelli e un terzo ragazzo bevevano nel dehor del locale. Il tutto persino con lanci di sedie e tavolini. I tre hanno tra i 22 e i 24 anni

BORETTO. Si sono pestati dandosele di santa ragione, all'esterno della pasticceria Rosa di via Fratelli Cervi, non disdegnando di lanciarsi addosso tavolini, sedie e bicchieri. Tre cittadini moldavi sono stati per questo arrestati dai carabinieri della stazione locale giunti immediatamente sul posto dopo le richieste di aiuto al 112.
I tre si sono pestati a sangue dopo aver bevuto assieme al bar. Dovranno rispondere di rissa aggravata.
 
 È successo nella prima serata di ieri. Uno dei tre poi arrestati è stato trovato dai militari dell’Arma con il volto completamente insanguinato. Sul posto è intervenuta anche un'ambulanza con personale sanitario che ha prestato le prime cure ai tre, i quali, nonostante le ferite riportate, hanno poi rifiutato il trasporto in ospedale.
A finire nei guai sono stati Ion Corba, 22enne, e i fratelli Axenti Radu, 22enne, e Constantin Radu, 24enne, tutti residenti a Boretto. 
 
Questa mattina sono comparsi davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere dell'accusa a loro contestata. Il casus belli che ha dato origine alla furibonda lite risiede, secondo le prime indagini dei carabinieri di Boretto, all'uso smodato di bevande alcoliche. 
 
Tutto ha avuto origine poco prima delle 20. All'arrivo davanti al bar dei militari, a cui era stata segnalata una rissa in corso, il 22enne Ion Corba è stato trovato con il volto sanguinante seduto nel dehor esterno della pasticceria e nei pressi i due fratelli. 
 
I tre, grazie anche all'ausilio di un altro equipaggio di carabinieri, giunto dalla stazione di Castelnovo Sotto, sono stati messi in sicurezza per evitare contatti tra loro. Nell'immediatezza dei fatti alcuni testimoni hanno raccontato che i tre, visibilmente ubriachi, in origine si trovavano nel dehor della pasticceria intenti a bere assieme. 
 
A un certo punto il 22enne ha inveito contro i due fratelli cercando di colpirli. Tra i tre è scoppiata così una furibonda lite con calci, schiaffi e pugni nonché lancio reciproco di tavolini sedie e bicchieri. Si sono anche spostati in un vicino parcheggio continuando a darsele di santa ragione fino a quando i due fratelli hanno avuto la meglio e il 22enne, caduto a terra, è stato brutalmente preso a calci in tutte le parti del corpo.