Ricusazione del giudice Rinviata la decisione

REGGIO EMILIA. È stata rinviata a novembre la decisione sulla richiesta di ricusazione del giudice Giovanni Ghini avanzata dal pm Beatrice Ronchi. Ieri doveva svolgersi l’udienza in Corte d’Appello a Bologna, ma è stata rinviata per un impedimento del giudice relatore. Ghini presiede il collegio giudicante nel procedimento Grimilde – con rito ordinario – legato all’operazione antimafia della Dda di Bologna, esplosa nel giugno 2019 e con Brescello nel mirino. Partito nel dicembre scorso, il processo ha già visto nell’udienza di metà marzo la presa di posizione della pm antimafia che, con un’istanza, aveva sollecitato l’astensione del presidente Ghini. Una mossa che non aveva però scalfito la posizione del magistrato giudicante. La pm ha dunque chiesto la ricusazione, perché Ghini si è occupato di un filone di Aemilia (cinque assoluzioni) e in passato di Edilpiovra (2005, quando non venne riconosciuta l’associazione a delinquere).

© RIPRODUZIONE RISERVATA