"Libri con l'autore" si tinge di giallo con misteri e delitti da risolvere

Appuntamento oggi e domani (ore 18) alla libreria Coop All’Arco in via Emilia Santo Stefano

REGGIO EMILIA. Nuovi appuntamenti della rassegna “I libri con l’autore” organizzato da Librerie.Coop All’Arco.

Stasera (mercoledì 15 settembre) alle 18 alla LIBRERIA ALL'ARCO IN VIA EMILIA SANTO STEFANO sarà Alberta Pungetti a presentare il suo romanzo “Il pozzo degli assassini” (ed. Il Giovane Holden), in dialogo con l’autrice Paola Guidetti di Telereggio.

Siamo ad Antibes, Costa Azzurra. Durante una tempesta notturna viene rinvenuto il corpo di una giovane donna pugnalata al ventre da un tagliacarte d’acciaio e d’osso, priva di documenti. Operata d’urgenza rimane in coma, mentre il commissario incaricato cerca di identificarla; lo affiancano un vignettista che ne ha tracciato l’identikit da diramare su internet, e la sorella sordomuta, ma dotata di un naso finissimo che ne riconoscerà il profumo dagli indumenti indossati. Grazie a loro la sconosciuta viene identificata. Poiché non presenta le classiche ferite da difesa, l’indagine prende le mosse dalla cerchia dei familiari e dei conoscenti: il marito, l’amante di lui, il fratello minore, la gemella e il compagno della vittima. Dagli interrogatori emerge il carattere prevaricatore della donna, responsabile di malvagità nei loro confronti così da renderli ostili e forse desiderosi di vendetta. Nessuno di loro ha un alibi certo e tutti hanno un possibile movente.

Giovedì 16 settembre (stesso posto, stessa ora) incontro con Marco Vichi che presenterà il libro “Ragazze smarrite. Un’avventura del commissario Bordelli” (ed. Guanda). La storia è ambientata a Firenze, nel 1970. Al commissario Bordelli manca poco più di una settimana alla pensione, si augura che in questi giorni non avvengano altri omicidi, non vuole rischiare di lasciarsi alle spalle un mistero non risolto, ma il destino gli ha riservato una spiacevole sorpresa: lungo il greto di un fiumiciattolo del Chianti, in località Passo dei Pecorai, viene scoperto il cadavere di una ragazza. Nessuna denuncia di scomparsa, nessun documento d’identità, nessun testimone, nulla di nulla.

L’ingresso agli incontri è libero, fino a esaurimento dei posti disponibili.