Reggio Emilia, pestato a sangue in mezzo alla strada: denunciati due albanesi

L'aggredito, un gambiano 29enne, era accusato di portare in casa persone "poco raccomandabili"

REGGIO EMILIA. Nella mattinata di lunedì le Volanti sono intervenute in via Giglioli per una rissa in strada. Attorno alle 11.20, infatti, un passante aveva segnalato alla centrale operativa del 113 di avere assistito a un'aggressione ai danni di un uomo, preso a calci e pungi anche quando era in terra.

Mentre gli agenti andavano in via Giglioli è stata diramata anche una nota di ricerca a tutte le forze dell'ordine con la descrizione dei due aggressori: entrambi con indosso una maglia di colore bianco, si erano  allontanati a bordo di un'Opel bianca.

Così, grazie alla descrizione, la Volante che stava andando sul posto ha notato in via Adua, parcheggiata sul ciglio della strada, una macchina che corrispodneva all'Opel in fuga e, al suo fianco, due persone indossanti maglie bianche.

Immediata l'idenificazione dei due, entrambi albanesi: R.B., classe ’96, con diversi precedenti per reati contro il patrimonio, e M.D, classe ’82, che dopo qualche esitazione hanno confermato l'aggressione motivandola con futili motivi.

Nel frattempo, in via Giglioli, un’altra Volante ha identificato l'aggredito, S.A, classe ’92, di nazionalità gambiana, che lamentava diversi dolori al capo e su altri punti del corpo. Da ulteriori accertamenti è poi emerso come sia il gambiano che gli albanesi abitassero nello stesso palazzo poco distante e che non era una novità che fra i tre vi fossero dell’astio e delle continue liti.