Minacce e botte ai baristi e a un cliente, denunciati due fratelli

Nei guai finiscono un 29enne e un 31enne che, per futili, motivi hanno dato in escandescenza picchiando il titolare del locale e la moglie

VAL D’ENZA. Minacce e botte ai baristi e a un cliente, nei guai finiscono due fratelli. I carabinieri della stazione di Cavriago, all’esito delle indagini scaturite dall’aggressione di un barista e della moglie, hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia due fratelli di 31 e 29 anni residenti nel reggiano, chiamati a rispondere dei reati di lesioni personali e minacce in concorso nonché danneggiamento. Tra gli aggrediti anche un cliente che ha avuto l’unica colpa di cercare di portare alla ragione i due fratelli. 
 
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Cavriago che hanno condotto le indagini, i due fratelli alla fine dello scorso mese di giugno, per futili motivi, si rendevano responsabili di condotte violente aggredendo fisicamente a calci e pugni il barista per poi minacciare di morte anche la moglie, socia nell’attività, accorsa nel bar su chiamata di un cliente che le riferiva quanto stava accadendo.
 
Danneggiata anche la vetrata del locale attinta da un tavolino lanciato da uno dei due fratelli, poi allontanatasi all’arrivo dei carabinieri, chiamati da un altro cliente, a sua volta minacciato di morte per aver cercato di calmare i due esagitati. 
 
A seguito di quanto accaduto il barista e la moglie ricorrevano alle cure mediche venendo dimessi rispettivamente l’uomo con una prognosi di 10 giorni per abrasione alla gamba destra e contusione mandibolare, la donna con due giorni per stato d’agitazione a seguito di aggressione.