Ancora chiusura e multa per “La Via delle Spezie”

Gli agenti nella notte di sabato 4 settembre hanno trovato clienti ammassati senza mascherina

REGGIO EMILIA. Clienti ammassati intorno alla tensostruttura con la musica a tutto volume, senza mascherina e senza rispettare il distanziamento. Il mancato rispetto delle normative anti Covid è costata, per la quarta volta, la chiusura per cinque giorni e una sanzione amministrativa a La Via delle Spezie, la discoteca estiva del Sali&Tabacchi, pur essendo parzialmente diversa la proprietà.

Nella notte di sabato scorso, 4 settembre, una pattuglia in borghese della polizia municipale ha effettuato un controllo all’interno del locale in via Botticelli, a Mancasale.


Gli agenti hanno riscontato assembramenti di persone senza che nessun addetto vigilasse sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Decine di avventori, dopo aver consumato la cena, si erano raggruppati intorno alla tensostruttura che ospitava l’American bar e l’intrattenimento musicale, senza rispettare il distanziamento interpersonale e senza utilizzare la mascherina.

Il locale è stato nuovamente chiuso per cinque giorni e il titolare sanzionato. Nonostante la discoteca fosse già finita sotto la lente d’ingrandimento per precedenti irregolarità, anche stavolta gli agenti hanno trovato una situazione non conforme alla normativa. Per la discoteca reggiana, dopo i lunghi mesi di chiusura causa pandemia, si è trattato di un’estate travagliata: i precedenti controlli – che hanno comportato ogni volta la sospensione della licenza per cinque giorni e la sanzione da 400 euro – si sono verificati a fine maggio (quando la clientela fu sorpresa a ballare nonostante il divieto), fine giugno, fine luglio e ora quest’ultimo episodio.

Am.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA