Tenta di vendere un telescopio online ma si trova il conto svuotato di 3300 euro

Rubiera, è accaduto a un 48enne del paese. I carabinieri sono risaliti agli autori della truffa: un 29enne salernitano,  una 45enne di Cinisello Balsamo e un 32enne pisano a carico dei quali è scatta la denuncia

RUBIERA. Ha pubblicato una inserzione sul web per vendere un telescopio professionale ma anziché ricevere soldi si è ritrovato il conto alleggerito per ben 3.300 euro. L'uomo è stato contattato da un sedicente acquirente che si è detto disponibile a effettuare immediatamente il pagamento. L’unica richiesta avanzata è stata relativa al metodo di pagamento da fare con la ricarica di una carta utilizzando un bancomat. 

In contatto telefonico con l’acquirente, il 48enne di Rubiera, ha effettuato una serie di operazioni ma anziché ritrovarsi accreditati i soldi si è visto il  conto svuotato per ben 3.300 euro. Le operazioni che via telefono gli spiegava l’interlocutore avevano ricaricato tre Poste Pay tra cui quella dell’indagato e altre di due complici prestanome.

A questo punto il falso acquirente ha chiuso la conversazione e al 48enne non è rimasto altro che rivolgersi ai carabinieri  denunciando la truffa. I militari hanno avviato le indagini e dopo una serie di riscontri tra l’utenza telefonica usata dal truffatore e le carte dove erano stati versati i soldi, hanno individuato gli autori: un 29enne salernitano che aveva portato a compimento la truffa e due suoi complici intestatari delle carte dove erano confluiti i soldi, una 45enne di Cinisello Balsamo e  un 32enne pisano. Nei confronti dei tre è scattata la denuncia per truffa.