In bici, nei pressi del convitto Corso, con attrezzi atti allo scasso, denunciato

L'ingresso del convitto Corso a Correggio, visitato dai ladri più volte nelle ultime settimane

Correggio, i carabinieri hanno bloccato e controllato un uomo di 30 anni che alla vista della pattuglia ha tentato di dileguarsi. In una borsa aveva tre cacciaviti, una lima spezzata e una tenaglia. Gli attrezzi sono stati sequestrati

CORREGGIO. In bici stava percorrendo via Bernieri, nei pressi del convitto Corso preso di mira dai ladri in maniera ripetuta nelle ultime settimane (l’ultimo furto due giorni fa) verso le 20,30  ma alla vista di una pattuglia di carabinieri ha cercato di dileguarsi. Per questo motivo l’uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato raggiunto e fermato dai militari di Correggio che dopo averlo identificato lo hanno sottoposto a una serie di controlli.

All’interno di una borsa rossa che l’uomo portava al seguito i militari hanno trovato tre cacciaviti, una lima spezzata e una tenaglia. Per questo la passeggiata in bicicletta di un 30enne è finita in caserma e al termine delle formalità di rito è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia per possesso di strumenti atti allo scasso. Gli attrezzi sono stati sequestrati.