Addio a “Gigetto” Caroli storico volontario Cri

E' morto a 91 anni nella casa di riposo del paese. Il funerale si svolge questa mattina alle 10

SCANDIANO. Mercoledì 1 settembre è morto nella casa di riposo di Scandiano il 91enne Luigi Caroli, detto “Gigetto”, figura molto nota nella cittadina del Boiardo, dove ha sempre vissuto con la propria famiglia, apprezzato anche per il suo grande impegno per il prossimo. Caroli è stato uno dei protagonisti della prima fase della vita della Croce Rossa locale, all’inizio degli anni ’70, e ha continuato a impegnarsi sino quasi all’arrivo del nuovo millennio, prima di ridurre piano piano la propria presenza per motivi di salute. Sino a che le condizioni lo hanno consentito, ha continuato a frequentare la sede associativa, per momenti in compagnia e per dare una mano.

Caroli lascia le figlie Mariella e Maria Grazia e il figlio Massimo, i generi Ivano e Sauro e la nuora Patrizia, i nipoti Luca, Davide, Federico e Matteo, i fratelli Leonida e Remo e diversi pronipoti. Il funerale si svolgerà questa mattina. Il corteo funebre partirà alle 10 dalle camere ardenti della Rsa di Scandiano e raggiungerà l’ara crematoria del cimitero di San Cataldo a Modena. I familiari chiedono alle persone eventualmente interessate non fiori ma piuttosto donazioni all’amatissima Cri scandianese.


E proprio l’associazione ricorda il proprio storico componente, unendosi al cordoglio diffuso. «Luigi è stato uno dei primissimi pionieri del volontariato scandianese già dai primi anni ’70, quando ancora il comitato muoveva i suoi primi passi. Ha dedicato il proprio tempo nei confronti della comunità, con dedizione, fino alla fine degli anni ’90. Terminata la propria attività per motivi di salute, ha continuato a frequentare l’associazione fino al 2010. Ciao Gigetto! Sarai sempre nei nostri cuori», recita il messaggio diffuso sui canali social.

Adr.Ar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA