Ingresso anticipato a scuola al via le iscrizioni al servizio

C’è tempo fino al 9 settembre  per presentare la domanda relativa alle primarie scaricando il modulo dal sito del Comune

VEZZANO. Servizio di ingresso anticipato alle scuole primarie di Vezzano: le domande vanno presentate da oggi al 9 settembre.

Le domande per fare richiesta del servizio di ingresso anticipato, relativo ai plessi della Vecchia e di Vezzano, relativamente all’anno scolastico 2021-22, dovranno essere presentate entro il 9 settembre compilando l’apposito modulo presente sul sito istituzionale del Comune. Fatto ciò, il documento dovrà essere consegnato in Comune, all’Ufficio protocollo, previo appuntamento, o inviato tramite mail all’indirizzo segreteria@comune.vezzano- sul-crostolo.re.it, allegando copia del documento d’identità del firmatario.


Per rispettare i protocolli anti-Covid, il servizio potrà essere garantito solo a un numero limitato di utenti, che dovranno essere accolti in spazi ben definiti all’interno delle scuole. L’ingresso sarà ammesso a partire dalle ore 7.30.

Il servizio, il cui costo è interamente a carico del Comune, verrà attivato se sarà raggiunto un numero minimo di richieste. In caso di richieste eccedenti il numero massimo di posti disponibili, sarà stilata una graduatoria dando la precedenza alle richieste pervenute secondo alcuni criteri elencati in ordine di priorità: famiglie in cui entrambi i genitori abbiano un’occupazione lavorativa con orari e sedi di lavoro incompatibili con la possibilità di accompagnare i figli a scuola all’orario di ingresso; richiesta del servizio per tutti i giorni e per l’intera durata del servizio; età degli alunni, privilegiando quelli di età inferiore. In caso di parità di posizione nella graduatoria, si procederà mediante sorteggio.

Il mancato utilizzo del servizio per un periodo continuativo superiore a 30 giorni, non dovuto a cause di forza maggiore, comporterà la perdita del diritto di fruizione. La conferma dell’attivazione e ammissione al servizio verrà data venerdì 10 settembre. Le richieste vanno redatte in autodichiarazione, con le conseguenti responsabilità, anche penali, in caso di dichiarazioni mendaci.

Domenico Amidati

© RIPRODUZIONE RISERVATA